Home Cronaca Calndestino dedito allo spaccio arrestato a Modena dalle Fiamme Gialle

Calndestino dedito allo spaccio arrestato a Modena dalle Fiamme Gialle

Nell’ambito di autonoma attività condotta dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Modena a contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, lo scorso fine settimana è stato tratto in arresto in flagranza di reato un cittadino marocchino, senza fissa dimora e privo dei prescritti documenti di soggiorno e di riconoscimento, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, i Finanzieri specializzati A.T.P.I. (Anti-Terrorismo Pronto Impiego) della Compagnia di Modena, nell’ambito del più ampio dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti, hanno intercettato lo straniero che si aggirava con fare sospetto nella zona ovest della città di Modena, nei pressi del quartiere Madonnina. Alla vista dei militari, il soggetto ha cercato immediatamente di disfarsi di un involucro che gli operanti hanno recuperato, accorgendosi da subito che all’interno vi fosse sostanza stupefacente. Il cittadino extracomunitario è stato quindi accompagnato presso gli uffici della caserma di viale Piersanti Mattarella per essere sottoposto a perquisizione personale e per essere compiutamente identificato. Dagli ulteriori accertamenti svolti e dai preliminari contatti con l’Ufficio Immigrazione della Questura di Modena, è emerso che sullo stesso soggetto gravano ben tre provvedimenti di espulsione ed ordini di allontanamento dal territorio nazionale emessi nel corso dell’anno rispettivamente dal Prefetto e dal Questore di Modena, ai sensi della normativa sull’immigrazione (D.Lgs. n. 286/1998). Contestualmente, l’analisi della sostanza rinvenuta, effettuata con drop-test, ha evidenziato che si trattava effettivamente di un panetto di circa un etto di hashish, per un valore sul mercato di circa mille euro, sottoposto a sequestro, unitamente ad euro 220 in contanti ritenuto provento dell’attività di spaccio.

Lo straniero, sentito il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Modena, dott.ssa Maria Angela Sighicelli, oltre ad essere stato denunciato per violazione dell’obbligo di espulsione e di allontanamento, è stato tratto in arresto in flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti e messo a disposizione dell’A.G. competente per il giudizio per direttissima conclusosi con la convalida dell’arresto e la comminazione dell’obbligo quotidiano di presentazione presso la polizia giudiziaria.