Home Vignola Più sicuri insieme: a Vignola l’incontro Lapam, Forze dell’Ordine e Comune contro...

Più sicuri insieme: a Vignola l’incontro Lapam, Forze dell’Ordine e Comune contro le truffe agli anziani

Si è tenuto a Vignola, presso il centro Anziani Età Libera, il primo di una serie di incontri con la cittadinanza promossi da Lapam Confartigianato, in collaborazione con la Prefettura e le amministrazioni locali, per sensibilizzare e dare consigli utili in merito al problema delle truffe e della sicurezza, con particolare riferimento agli anziani.

All’incontro “Più Sicuri Insieme” erano presenti, oltre al sindaco di Vignola Pelloni e all’assessore al welfare Amidei, il Luogotenente della Guardia di Finanza di Vignola Carboni, il Comandante della Polizia Locale dell’Unione Terre di Castelli Prandini e un nutrito numero di cittadini.

Durante il confronto sono stati portati all’attenzione diversi esempi concreti di truffe come quella dello specchietto, che sta imperversando. Il funzionamento è fin troppo facile: da un’auto ferma, o che marcia più lentamente, viene lanciato qualcosa che arriva sulla fiancata dell’auto del malcapitato di turno e fa rumore. Solitamente sono sassi di piccole dimensioni o palline di plastica o gomma. Successivamente, l’auto dei truffatori si accosta e viene chiesto al malcapitato di venire a constatare il danno che gli è stato arrecato. Come detto, il danno è solitamente uno specchietto rotto. La fase successiva consiste nel chiedere al malcapitato un risarcimento in denaro per evitare trafile burocratiche. Altro esempio portato è quello del finto investimento con cui i pedoni si gettano sulle auto per farsi pagare i danni.

Numerosi gli interventi dei presenti che hanno chiesto come comportarsi in situazioni di sospetto. Il messaggio fondamentale è la consapevolezza di non essere soli, del fatto che le Forze dell’Ordine ci sono e attendono di ricevere segnalazioni mirate per intervenire e risolvere situazioni spiacevoli che investono anche la sfera psicologica delle persone. Non bisogna dunque avere alcun timore a chiedere e segnalare, senza alcuna vergogna, dal momento che questi eventi negativi possono accadere a ciascuno di noi e la collaborazione fa la differenza nel vincere questa battaglia.