Home Modena Lega: “Bretella Campogalliano – Sassuolo, la maggioranza si metta d’accordo con se...

Lega: “Bretella Campogalliano – Sassuolo, la maggioranza si metta d’accordo con se stessa”

“Sulla questione della Bretella Campogalliano – Sassuolo, la maggioranza si metta d’accordo con se stessa e spieghi con chiarezza ai cittadini come intende procedere. Non è possibile continuare con rimpalli e incertezze in un periodo che dovrebbe precedere di poche settimane l’inizio del cantiere”. Questo, in estrema sintesi, è quanto chiede il gruppo della Lega in consiglio comunale a Modena, dopo che nell’ultima seduta consiliare si è tenuta una discussione su questa infrastruttura.

“Il tema della bretella Campogalliano-Sassuolo – spiega il consigliere comunale Alberto Bosi – è estremamente importante per tutto il nostro territorio provinciale. Tale infrastruttura, che consiste nella realizzazione di un  raccordo autostradale  con origine all’ intersezione tra l’Autostrada del Brennero A22 e l’Autostrada del Sole A1 nei pressi di Campogalliano, collegandosi a Sud con la  Strada Statale Pedemontana S.S. 467 nei pressi dell’abitato di Sassuolo, dopo 34 anni di attesa sembra sul punto di essere accantierata. A nostro avviso, occorre che tutti gli attori in campo facciano quadrato per sostenere il più importante distretto ceramico europeo che occupa circa 30mila addetti diretti e fattura oltre 6,5 miliardi di euro, con flussi di esportazione superiori all’85%. In questo momento di stagnazione economica abbiamo bisogno di incentivare gli investimenti nelle infrastrutture, non di rallentarli o addirittura bloccarli, al fine di mantenere la competitività del territorio e reggere l’urto di una concorrenza sempre più spietata. Da parte sua, crediamo che per le posizioni emerse durante il dibattito dell’ultimo consiglio, la maggioranza debba chiarire le idee al suo interno e soprattutto di fronte alla popolazione: non possiamo continuare a fermare tutto e a non dare risposte, come sta avvenendo peraltro anche nel Governo a livello nazionale”.

Il consigliere Giovanni Bertoldi ha aggiunto: “Della Bretella Campogalliano Sassuolo si parla da 40 anni, ma la classe politica che ha governato queste terre ha sempre frenato questo progetto, per poi sostenerlo tardivamente in una fase storica in cui abbiamo assistito ad un ridimensionamento della produzione nel distretto ceramico. Diciamo che sono stati sbagliati i tempi…La Lega, come preannunciato da Bosi, non è certo contraria alla realizzazione di infrastrutture utili per il Paese, ma c’è da chiedersi se le modalità di approvazione di questo progetto non siano opinabili e se un ministro possa proclamare l’avvio lavori senza che gli organismi locali, a partire da questo consiglio, siano informati e consultati preventivamente sul contenuto dettagliato del piano. Sulla base delle notizie che sono riuscito a recuperare anche a me sorgono spontanee delle domande, come: è possibile conoscere i contenuti del progetto ed integrarli al meglio con le reti della mobilità locale? Si può ragionare su come rendere meno impattante dal punto ambientale l’opera? E’ stato studiato come rendere meno problematico possibile l’attraversamento dei fondi agricoli? La cosa che fa più inquieta e fa riflettere – ha concluso Bertoldi – è che la mozione sulla bretella discussa in consiglio comunale provenga dai banchi della maggioranza, ovvero proprio dai partiti che hanno in mano la realizzazione dell’opera. Si può credere che i partiti al governo, in particolare il PD, stiano facendo tutto all’insaputa delle forze politiche locali?”.

Alberto Bosi e Giovanni Bertoldi