Home Appuntamenti Il Natale al complesso R-Nord di Modena prende il via il 7...

Il Natale al complesso R-Nord di Modena prende il via il 7 dicembre

Sabato 7 dicembre il Natale arriva al complesso R-Nord grazie all’impegno delle realtà che vi hanno sede, della rete dei commercianti e di altre associazioni, con il coordinamento dal portierato sociale PassMO promosso dal Comune di Modena attraverso l’Ufficio Legalità e Sicurezze.

Dalle 9 alle 13 nel Museo laboratorio “Quale percussione?”, collocato nel condominio, i bambini realizzano le decorazioni con cui poi verrà addobbato il Grande Albero di Natale nella Galleria (per partecipare al laboratorio creativo si può contattare il Portierato Sociale di Quartiere: tel. 059 2033366; passmo@comune.modena.it). L’iniziativa si svolge con la collaborazione dei volontari della Croce Rossa Italiana e prevede anche una merenda offerta da Coop Alleanza 3.0.

Domenica 15 dicembre dalle 10 la festa si sposta nell’area verde in fondo a viale Gramsci, dove ha preso il via il cantiere per l’ultimazione del parco, anche se i lavori si sono dovuti fermare per il maltempo. Mentre nel parchetto si svolge il Mercatino dei bambini in cui vendere e scambiare giochi (per informazioni e iscrizioni Elisa Leoni: tel. 338/4169636), si cerca “L’Intruso” nelle vetrine dei negozianti del viale che aderiscono al gioco organizzato dall’associazione Zero in Condotta. Narxis propone invece l’iniziativa ecologica Vivere il verde e l’associazione di Tao Yin invita tutti “Alla scoperta dell’Oriente” con un’attività di animazione. Infine, i cani del quartiere sfileranno per il concorso a premi “Gramsci’s Dogs” (iscrizioni in loco dalle 10). Le attività sono organizzate dall’associazione dei commercianti che dedica la festa alla signora Lalla, una delle colonne del bar Ballantine e molto attiva tra gli esercenti, recentemente scomparsa.

Le iniziative del 7 e 15 dicembre sono realizzate nell’ambito del progetto “Un quartiere – una città: azioni integrate per la sicurezza urbana” cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna.

Inoltre, in viale Gramsci proprio in questi giorni sono iniziati i lavori per la posa della fibra ottica funzionale a implementare il sistema di videosorveglianza cittadina. I lavori proseguiranno nelle prossime settimane per concludersi con l’installazione, entro l’anno, di tre telecamere a ridosso del parco. In prospettiva, il sistema di videosorveglianza in zona sarà ulteriormente potenziato fino all’installazione degli occhi elettronici a sorveglianza di tutto il viale.

PER LE FESTE PIÙ CONTROLLI IN CENTRO STORICO

In concomitanza con il periodo delle festività natalizie la Polizia Locale di Modena intensifica i controlli e la presenza degli agenti in centro storico. Durante il periodo delle festività è inoltre potenziata l’attività dei volontari che operano in modo integrato con la Polizia Locale e continuano i controlli del territorio coordinati con le altre forze dell’ordine.

I servizi straordinari della Polizia Locale prendono il via sabato 7 dicembre e proseguono fino al 6 gennaio. In particolare, sarà prestata particolare attenzione ai punti di maggiore affollamento come i mercatini natalizi e in occasione di eventi o celebrazioni partecipate. Nelle manifestazioni di maggior rilievo potrà essere assicurata la presenza continuativa di una pattuglia fissa.

Per garantire migliori condizioni di sicurezza, come deciso dal Tavolo tecnico interforze, saranno posizionati sistemi di difesa passiva all’ingresso di piazza Grande dal lato di corso Canalchiaro, finalizzati a rallentare l’accesso dei mezzi. Inoltre, dal 7 dicembre al 6 gennaio, via Emilia centro, nel tratto compreso da corso Duomo a corso Canalgrande, sarà chiusa al traffico veicolare il sabato e nelle giornate del 26 dicembre, 1 e 6 gennaio dalle ore 15 alle 22; la domenica, il 24, 25, 26 dicembre dalle 10 alle 22; il 31 dicembre dalle 10 alle 2.30. Le barriere fisse all’altezza di corso Canalgrande  e di corso Duomo saranno comunque collocate in modo da consentire il passaggio dei veicoli di soccorso e di polizia.

Il 7 e l’8 dicembre, in occasione della Festa dello Zampone, anche piazza Roma  sarà chiusa dalle ore 8 di sabato alle 20 di domenica con un sistema di dissuasori fisso sul lato di corso Accademia; come al solito, in questi casi, i residenti e coloro che hanno accesso ai passi carrai potranno accedere da via Tre Febbraio dove la presenza di fittoni non impedirà l’ingresso ai mezzi e il varco potrà essere presidiato dalla municipale.

I servizi di controllo in centro saranno svolti da pattuglie appiedate e autopattuglie.

Gli agenti a piedi, come di consueto, saranno impegnati soprattutto nel contrastare sia situazioni di degrado correlate alla sicurezza, quali accattonaggio molesto e bivacco, oltre che comportamenti trasgressivi come soste improprie di veicoli e occupazioni di suolo pubblico.

Svolgeranno servizi di controllo nei diversi settori in cui è suddiviso il centro: piazza Roma (che comprende anche San Giorgio – via Farini – via Tre Febbraio); via Emilia Centro da corso Duomo a corso Canalgrande; Albinelli (con l’area mercatale, piazza XX Settembre e zone limitrofe fino a via dei Servi); S. Eufemia con via Carteria e piazza Matteotti; via Taglio (con piazza Matteotti e piazza Pomposa).

La pattuglia in auto interviene con modalità di Pronto intervento nelle situazioni di pericolo o disagio segnalate dai cittadini, oltre che su richiesta degli agenti a piedi e della Sala operativa.

IL PRESIDIO DEI VOLONTARI A PIEDI E IN BICI 

Il presidio del centro storico nel periodo delle festività natalizie si rafforza anche grazie ai volontari che da sabato 7 dicembre e fino al termine delle festività saranno ogni giorno impegnati in diversi servizi di perlustrazione e stazionamento con il coordinamento del Comando della Polizia locale di Modena.

Otto le associazioni che partecipano all’attività: Ana Associazione nazionale alpini, Anc Associazione nazionale carabinieri, Gev Guardie ecologiche volontarie, Gel Guardie ecologiche Legambiente, Vivere Sicuri, Aeop Associazione europea operatori di Polizia e Circolo Narxis. A gruppi di due, tre o quattro, i volontari si alternano mattino e pomeriggio nei percorsi a piedi in centro storico.

I volontari non hanno poteri sanzionatori o repressivi, ma costituiscono un punto di riferimento per i cittadini svolgendo azioni di prevenzione e informazione. Sono riconoscibili dalle divise delle associazioni a cui appartengono, o da giubbotti catarifrangenti, e dal tesserino di riconoscimento. Tre i percorsi su cui li si può incontrare a piedi: da piazza Roma a S. Francesco percorrendo corso Canalchiaro; dal parco Novi Sad a viale Monte Kosica, zona stazione, corso Cavour e corso Vittorio Emanuele; da piazza Matteotti passando per via Emilia centro, piazza Mazzini, piazza Grande, piazza XX Settembre al mercato Albinelli, dove si concentra l’attività per la prevenzione dei reati, fino a via dei Servi, piazzale Redecocca, corso Canalchiaro e piazza Matteotti.

Inoltre, i volontari di Narxis ripropongono i percorsi serali in bicicletta lungo la passeggiata del parco delle Mura funzionali anche a prevenire effrazioni alle auto e a garantire migliori condizioni di sicurezza a chi vi transita a piedi.