Home Appuntamenti Il 31 dicembre a Modena con la “Notte della Taranta”

Il 31 dicembre a Modena con la “Notte della Taranta”

Ad accompagnare i modenesi nel passaggio dal 2019 al 2020, martedì 31 dicembre in piazza Roma dalle 23 (ingressi dalle 21.30 con musiche a cura di Radio Stella) sarà la formazione ufficiale con musicisti, voci e ballerini e ballerine di pizzica, della Orchestra Popolare “La Notte della Taranta”, che anima la manifestazione di cultura popolare, tra le più note in Europa, dedicata alla “pizzica”, musica tradizionale salentina, e alla sua fusione con altri linguaggi musicali.

Il Capodanno in piazza Roma, a partecipazione libera e gratuita per tutti, consentirà l’accesso a circa tremila persone nell’area transennata. Oltre al divieto di uso di botti e fuochi artificiali come da regolamento di Polizia Urbana, sarà inoltre vietato introdurre nell’area del concerto bottiglie di vetro, bottiglie chiuse o lattine e ogni oggetto pericoloso, oltre alle bombolette spray.

Si potrà entrare in piazza Roma dalle 21.30 e la festa vera e propria, dopo una selezione musicale a cura di Radio Stella, incomincerà alle 23 circa con un laboratorio sul ballo della pizzica condotto dai ballerini, che coinvolgerà il pubblico insegnando i passi della danza tradizionale. Alle 23.30 inizierà il concerto spettacolo con l’orchestra popolare che ha preparato una “Scaletta” di oltre venti brani, cantati o strumentali. Nella notte di Modena, davanti al maestoso Palazzo Ducale sede dell’Accademia Militare, diretti dal maestro e direttore artistico del Concertone di Melpignano Daniele Durante, sul palco ci saranno Alessandra Caiulo e Antonio Amato, straordinari interpreti delle canzoni popolari.
L’Orchestra è composta da Gianluca Longo alla mandola, Giuseppe Astore al violino, Roberto Chiga al tamburello, Antonio Donadeo alla batteria, Roberto Gemma alla fisarmonica e Attilio Turrisi alla chitarra battente.

Dopo il countdown affidato a Diego Ferrari di Radio Stella, a mezzanotte sul palco si stapperà la rituale bottiglia e si faranno auguri a Modena e ai modenesi per il 2020, per poi riprendere con musica e balli.

COME E QUANDO SI ENTRA

Nella festa pubblica con cui Modena e i modenesi si fanno gli auguri per l’arrivo del nuovo anno sarà in vigore il divieto di far esplodere petardi, articoli pirotecnici o fuochi d’artificio di qualunque genere, a eccezione di quelli a esclusivo effetto luminoso, come previsto dal Regolamento di Polizia Urbana, e nell’area della manifestazione sarà vietato introdurre ogni oggetto pericoloso, oltre alle bombolette spray, anche quelle urticanti di libera vendita.
Martedì 31 dicembre potranno entrare in piazza Roma circa tremila spettatori alla festa con l’Orchestra Popolare della Notte della Taranta.

L’ingresso all’area, gratuito per tutti, potrà avvenire dalle 21.30 esclusivamente con accesso dal contapersone collocato in piazza Roma, raggiungibile da largo San Giorgio, dove saranno operativi i controlli. È vietato entrare con zaini voluminosi, caschi, aste per selfie, ombrelli, bombolette spray di ogni tipo, bottiglie di vetro o chiuse, lattine e tutto ciò che può essere ritenuto pericoloso. I controlli per la sicurezza all’ingresso di piazza Roma utilizzeranno anche il metaldetector.

Gli altri ingressi della piazza su cui si affaccia Palazzo Ducale saranno chiusi e sorvegliati, ma sarà garantita l’accessibilità alla pista del ghiaccio, sul lato verso piazzale San Domenico. La pista si potrà raggiungere a piedi dai portici a sinistra di largo San Giorgio e da via Tre Febbraio. Via Accademia sarà chiusa all’altezza di via Santa Margherita per consentire l’accesso dei residenti alle strade retrostanti piazza Roma. Chiusa anche via Emilia centro da corso Duomo a corso Canalgrande.

Il palco sarà collocato in fondo al lato di piazza Roma dove c’è il monumento a Ciro Menotti, con le spalle all’edificio che ospita il ristorante Oreste.
Hera predisporrà contenitori per la raccolta dei rifiuti e provvederà alle successive operazioni di pulizia della piazza.