Home Modena Oltre 134 mila modenesi al voto per il Referendum il 20 e...

Oltre 134 mila modenesi al voto per il Referendum il 20 e 21 settembre

Domenica 20 settembre dalle 7 alle 23 e lunedì 21 dalle 7 alle 15, si vota per il Referendum popolare confermativo concernente “Modifiche agli articoli 56, 57, 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”. Trattandosi di voto referendario confermativo, l’esito delle urne sarà valido anche se non si sarà raggiunto il “quorum” del 50%+1 dei votanti. Sono chiamati a esprimersi 134 mila 402 modenesi, dei quali 70.191 femmine e 64.211 maschi. Tra questi i diciottenni sono in totale 407, dei quali 227 maschi e 180 femmine.

L’impegno di quanti sono coinvolti nell’organizzazione è volto a che le operazioni di voto si svolgano con la necessaria serenità. In alcuni plessi scolastici che ospitano seggi saranno attivi anche volontari della sicurezza per la gestione dell’affluenza e del rispetto delle misure sanitarie e per assistere in particolare elettori anziani nelle fasi di attesa per entrare e votare.

Sono oltre un migliaio le persone che per il Comune saranno impegnate tra cui 968 scrutatori e segretari e 199 presidenti dei 190 seggi ordinari e dei nove speciali allestiti nelle case di cura con da 100 a 199 degenti, per elettori costretti a letto e nelle carceri. Quattro i seggi ospedalieri: due a Baggiovara e due al Policlinico. A un seggio ordinario della struttura Covid Policlinico sono abbinati 4 seggi speciali destinati a raccogliere il voto di elettori ricoverati in reparto Covid o in isolamento o quarantena da Covid-19 ammessi alla possibilità di voto presso il proprio domicilio, anche fuori dal territorio del Comune di Modena. Per i membri di questi seggi (tra i quali anche volontari di Protezione civile) è prevista una specifica attività di formazione da parte di operatori Ausl e dell’Ufficio elettorale. Tutti i presidenti di seggio, comunque, hanno ricevuto informazioni per sviluppare la propria attiivtà tenendo conto del particolare contesto sanitario in cui si vota.

L’Ufficio elettorale ricorda che gli elettori dovranno presentarsi al seggio, oltre che con documento di identità o riconoscimento valido (i documenti scaduti dal 31 gennaio valgono sul territorio nazionale fino al 31 dicembre), anche con la tessera elettorale. È importante verificare se ha ancora spazi per i timbri o è completata, se è deteriorata o è stata smarrita. Per il rinnovo o lo smarrimento sabato e nei giorni del voto all’Anagrafe osservano aperture straordinarie: sabato 19 dalle 8,30 alle 18; domenica 20 dalle 7 alle 23; lunedì 21 dalle 7 alle 15. È consigliato prendere appuntamento sul sito web (www.comune.modena.it/prenotazione-appuntamenti).

Informazioni online sul Referendum sul sito (www.comune.modena.it/elezioni).

Sul sito, inoltre, domenica e lunedì sarà possibile seguire i dati sull’affluenza al voto dei modenesi (previsti aggiornamenti domenica poco dopo le 12, le 19 e le 23 e lunedì dopo le 12 e le 15). Lunedì pomeriggio saranno riportati i risultati man mano che avanza lo scrutinio.

VOTO IN SICUREZZA, LE MISURE ANTI COVID

Al voto per il Referendum di domenica 20 settembre dalle 7 alle 23 e lunedì 21 dalle 7 alle 15 si dovranno rispettare specifiche misure di sicurezza anti Covid-19. All’interno delle scuole sedi di seggio a cura del Comune è stata collocata la segnaletica orizzontale di distanziamento interpersonale

I componenti di seggio saranno tutti dotati di mascherine chirurgiche, gel, guanti, spray disinfettante e salviette, e dovranno rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro; effettuare una rigorosa igiene delle mani con soluzioni disinfettanti; garantire adeguata aerazione agli ambienti; vigilare che all’esterno non si creino assembramenti di persone.

Il presidente, in relazione alla disposizione dei tavoli, può segnalare a terra con nastro adesivo la posizione dell’elettore al momento della sua identificazione, quando gli si chiederà di abbassare la mascherina portandosi a distanza di 2 metri dallo scrutatore.

Prima di ricevere la scheda l’elettore utilizza il gel e dopo il voto inserisce direttamente la scheda nell’urna. Si dovranno periodicamente disinfettare con spray e salviette matite copiative e piano cabine. Oltre alle pulizie di sanificazione del seggio, sono previste pulizie periodiche dei plessi scolastici sedi di seggio.

Chi entra nel seggio (rappresentanti di lista ed elettori) deve indossare correttamente la mascherina (bocca e naso coperti). Durante le operazioni di spoglio delle schede è previsto l’utilizzo dei guanti.

Per quanto concerne gli elettori, è responsabilità di ciascuno di loro il rispetto di regole basilari di prevenzione: non recarsi al seggio in caso di sintomi respiratori come tosse/raffreddore o di temperatura corporea superiore a 37.5°C; non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni (dal 7 settembre); non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni (dal 7 settembre).

L’elettore, inoltre, deve indossare correttamente la mascherina; rispettare il distanziamento fisico di almeno un metro ed evitare affollamenti; igienizzare le mani con gel all’ingresso prima di accedere al plesso scolastico e quando entra al seggio col gel disponibile all’interno; consegnare i documenti (di riconoscimento e tessera elettorale) allo scrutatore rimanendo distante almeno un metro; abbassare la mascherina solo a richiesta dello scrutatore per il riconoscimento assicurando la distanza di 2 metri; igienizzare le mani prima di ricevere la scheda e la matita; dopo aver votato e ripiegato la scheda, inserirla personalmente nell’urna. Prima di uscire è consigliato nuovamente l’uso del gel idroalcolico igienizzante.

Informazioni online sul Referendum sul sito (www.comune.modena.it/elezioni).