Home Modena Circolo di Sant’Anna San Cesario, il nuovo progetto di rivalorizzazione del Centro...

Circolo di Sant’Anna San Cesario, il nuovo progetto di rivalorizzazione del Centro Civico

Nuova vita per il Centro Civico di Sant’Anna. Partirà a breve il nuovo progetto di valorizzazione del bar e della sala polivalente che metterà a disposizione della cittadinanza della frazione di Sant’Anna nuovi servizi e nuovi spazi ricreativi.

Rispondendo anche ad una richiesta dei cittadini che abitano la frazione, nei prossimi mesi ci saranno delle importanti novità per la frazione di Sant’Anna. L’Amministrazione comunale ha deciso cambiare rotta nella gestione del centro civico, individuando tre anime che coesisteranno per dare alla frazione un centro pulsante e vitale, un vero e proprio punto di riferimento per Sant’Anna, attorno al quale dare vita a forme di aggregazione, progetti sociali e sportivi.

La principale novità riguarderà i locali adibiti a cucina e bar, per i quali si guarderà al mercato privato nel tentativo di creare le condizioni per l’insediamento di un’attività di somministrazione di cibi e bevande capace di offrire un servizio pubblico adeguato per i residenti della frazione.

La parte della struttura adibita a sala civica sarà invece destinata al mondo dell’associazionismo sociale, e diventerà il contenitore per sviluppare iniziative ricreative e culturali rivolte a tutte le fasce di età. Infine, rimarrà la parte sportiva, all’interno della quale verrà potenziata l’offerta per cercare di valorizzare l’impianto ma anche per creare maggiore aggregazione in tutto il centro civico.

Le modifiche di natura gestionale decise dall’Amministrazione comunale seguono quanto già messo in campo sul fronte infrastrutturale: di recente infatti sono stati realizzati su queste strutture interventi di riqualificazione energetica – impianto fotovoltaico e impianto solare termico – finalizzati a migliorare la resa ecologica del centro civico.

“Abbiamo ricevuto molte richieste da parte dei residenti di una maggiore attenzione alla frazione – spiega il Sindaco Francesco Zuffi -. È nostra volontà individuare in tale immobile un punto di aggregazione, un presidio commerciale per contrastare fenomeni di rarefazione del sistema distributivo e dei servizi e allo stesso tempo anche un presidio del territorio in termini di sicurezza. Ci sarà una discontinuità con quanto avvenuto in passato, ma non abbiamo paura di cambiare perché credo che la soluzione proposta possa portare beneficio alla frazione e contribuire a raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti”.