Home Cronaca Castelfranco Emilia, controlli della Polizia Locale sul sistema commercio

Castelfranco Emilia, controlli della Polizia Locale sul sistema commercio

Dieci persone identificate, diverso materiale sequestrato, multe per un importo complessivo superiore a 12mila euro e una denuncia alla Procura della Repubblica a carico di un commerciante per il reato di tentata frode in commercio. Questo il bilancio dei controlli effettuati negli ultimi  giorni dagli agenti del Comando di Polizia Locale di Castelfranco Emilia che, ancora una volta, sono stati impegnati fino a tarda ora in diversi controlli di alcune aree della città.

In particolare, nel corso di un’attività di ispezioni a tappeto nella zona della biblioteca e della stazione ferroviaria, è stato sanzionato un negozio sia per violazione della normativa anti-Covid19, che per contraffazione delle etichette di scadenza di vari prodotti alimentari, peraltro immediatamente sequestrati. In questo caso, oltre alle sanzioni amministrative previste dalle norme, per il titolare è scattata anche la denuncia penale all’Autorità Giudiziaria.

«La tutela della sicurezza è e rimane nel nostro territorio una delle priorità assolute a tutela soprattutto di coloro che rimangono all’interno delle regole» ha dichiarato il Sindaco di Castelfranco Emilia Giovanni Gargano aggiungendo che «nell’alveo della parola sicurezza mettiamo tutte le fattispecie, compreso ovviamente anche il doveroso rispetto delle regole in ambito commerciale, per la tutela e salute di tutti. Non è infatti ammissibile anche solo pensare di poter contraffare delle etichette di scadenza su prodotti alimentari, con tutti i rischi annessi e connessi per la salute dei consumatori. Sia chiaro, ancora una volta e anche a favore dei più “distratti” che, grazie all’importante lavoro, a volte “silenzioso”, dalla Polizia Locale e da tutte le Forze d’Ordine che sentitamente ringrazio a nome di tutta la Città, continueremo l’incessante lavoro di contrasto di questi fenomeni nei confronti di tutti quei soggetti che vedono nell’illegalità e nella criminalità, un’opportunità».