Home Economia Apre a Modena “Spazio CDP” il primo punto informativo regionale per imprese...

Apre a Modena “Spazio CDP” il primo punto informativo regionale per imprese e pubbliche amministrazioni

È stato siglato oggi a distanza l’accordo di collaborazione territoriale tra Cassa Depositi e Prestiti, Fondazione di Modena, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Fondazione Cassa di Risparmio di Parma. Grazie a questa intesa apre oggi un punto informativo presso la sede della Camera di Commercio di Modena, all’interno del progetto “Spazio CDP” esteso a diverse altre città italiane.

L’accordo si inserisce nell’ambito della collaborazione tra ACRI (Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Spa) e Cassa Depositi e Prestiti, con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la presenza di CDP sul territorio e la cooperazione con le singole Fondazioni per lo sviluppo di progetti congiunti a beneficio delle comunità locali.

Negli “Spazio CDP” di Modena, Forlì e Parma sarà possibile incontrare i referenti CDP, che forniranno supporto integrato a soggetti sia pubblici che privati, facendo sistema delle diverse esigenze e aumentando la coesione con il territorio.

Il progetto rientra nel nuovo approccio di Cassa Depositi e Prestiti focalizzato sullo sviluppo sostenibile dei territori – oggi più che mai da affiancare nella ripartenza economica – attraverso un rinnovato supporto a tutti gli stakeholders e con una particolare attenzione alle imprese di piccola e media dimensione.

L’apertura dello “Spazio CDP” di Modena – il primo in Emilia-Romagna e al quale seguiranno i punti informativi di Forlì e Parma – rappresenta una delle tappe del più ampio programma di apertura delle nuove sedi di CDP in Italia, che ha già visto l’avviamento degli uffici di Firenze, Genova, Napoli, Torino e Verona, degli “Spazio CDP” di Cagliari, Perugia, Sassari, Trento e Rovereto e che, nel massimo rispetto delle norme anti Covid, proseguirà nei prossimi mesi con le inaugurazioni delle sedi di Ancona, Bari, Milano e Roma e di ulteriori punti informativi nel territorio nazionale.

Il coinvolgimento delle Fondazioni nelle iniziative che CDP porta avanti di concerto con le Regioni e le Provincie autonome, consente di aumentare la leva finanziaria e l’efficacia degli interventi a supporto della crescita del tessuto economico-sociale.

Con lo stesso obiettivo, è stato firmato da CDP, Fondazione di Modena, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Fondazione Cassa di Risparmio di Parma un protocollo d’intesa per la promozione di iniziative di potenziamento del sistema infrastrutturale, di sviluppo urbano sostenibile e di rilancio economico del territorio. In base a quest’intesa, le parti collaboreranno per individuare azioni di sviluppo nelle seguenti aree: supporto tecnico e finanziario verso le imprese e gli Enti Pubblici per la realizzazione, ad esempio, di progetti infrastrutturali, percorsi di formazione manageriale, progetti di innovazione e filiera, eventuale coinvolgimento nelle iniziative che CDP porta avanti con le Regioni a supporto della crescita del tessuto imprenditoriale locale.

L’accordo tra CDP, Fondazione di Modena e Camera di Commercio di Modena, ha l’obiettivo di individuare la sede del punto informativo CDP presso gli spazi della stessa Camera di Commercio, per garantire supporto e vicinanza a imprese ed Enti Pubblici.

L’inaugurazione dello “Spazio CDP” a Modena, avvenuta in forma virtuale nel pieno rispetto dell’ultimo Dpcm, è stata anche l’occasione per annunciare l’avvio del Fondo “Mobility & Digital Acceleration” e dell’acceleratore Motor Valley Accelerator. Il progetto, compreso tra le iniziative del “Fondo Acceleratori” gestito da CDP Venture Capital SGR e realizzato grazie alla sinergia con Fondazione di Modena e UniCredit, si propone di favorire lo sviluppo di start-up innovative nel settore automotive e mobility, nonché la creazione e lo sviluppo di ulteriori programmi di accelerazione in ambiti sinergici e complementari collegati alla mobilità. Con particolare attenzione ai temi dell’innovazione e della sostenibilità.

***

“Un’opportunità per fare decollare il progetto di riqualificazione delle ex Fonderie, a partire dal cantiere già avviato, con risorse che potranno essere strategiche per imprese start up nell’ambito del Dast, il Distretto per l’Accelerazione e lo Sviluppo della Tecnologia dedicato all’innovazione nel campo delle tecnologie del settore Automotive e, più in generale, per la mobilità sostenibile”. Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ha salutato così la presentazione in città dello Spazio Cdp e il lancio del programma per i processi di accelerazione nel settore automotive promosso da Cdp con Fondazione di Modena e Unicredit insieme al broker tecnologico modenese Crit e alla piattaforma di “open innovation” Plug and Play.

“È un bell’esempio di come il sistema Modena è capace di fare squadra guardando oltre le difficoltà del momento – ha affermato Muzzarelli – e progettando insieme percorsi di sviluppo per il nostro territorio a partire proprio da uno dei settori strategici della nostra economia. Solo investendo sul futuro, sull’innovazione, sulla tecnologia, sulla sostenibilità, sulle conoscenze condivise, sui giovani possiamo costruire i presupposti dello sviluppo del territorio nel mondo dopo la fine del mondo, nella realtà del post Covid che si sta definendo. Affinché il futuro continui ad abitare qui, superando diseguaglianze e costruendo opportunità di lavoro”.

Il sindaco Muzzarelli, ringraziando tutti i protagonisti di questa “progettualità che nasce dal territorio e lo rafforza”, ha ricordato come il progetto di rigenerazione urbanistica del comparto delle ex Fonderie sia già avviato a partire dal rettangolo del Novecento (l’intervento sulla palazzina che diventerà sede dell’Istituto storico) e potrà proseguire con il quadrato dell’innovazione con la realizzazione del Dast procedendo con il recupero delle architetture industriali in fasi successive, man mano che si presenteranno opportunità finanziarie e occasioni per realizzare uffici, aree per allestimenti e laboratori di ricerca, con spazi flessibili e modulari, dedicati alle start up, alle tecnologie applicate all’automotive, in stretta connessione con il progetto Masa (Modena automotive smart area), l’Autodromo e le iniziative riferite alla storia e al futuro della Motor Valley.

***

“Fondazione di Modena si è impegnata fattivamente al raggiungimento di questo obiettivo – ha spiegato Paolo Cavicchioli, Presidente della Fondazione di Modena – dedicandosi, assieme a CDP e Unicredit, alla creazione di un acceleratore dedicato all’automotive. L’obiettivo è sostenere gli investimenti in start up attraverso un acceleratore che avrà sede a Modena contribuendo all’attrattività del territorio. Le nuove sfide delle mobilità green e dello sviluppo sostenibile sono decisive per il futuro delle prossime generazioni e Modena, che ha profonde radici in questo settore, siamo certi continuerà a giocare un ruolo fondamentale anche nel futuro”.

Una condivisione di impegno e comunione di intenti che ha trovato espressione in una seconda attività presentata al pubblico, ovvero l’apertura dello Spazio CDP presso la Camera di Commercio di Modena. Il nuovo servizio, esito dell’accordo di collaborazione territoriale tra CDP, Fondazione di Modena, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Fondazione Cassa di Risparmio di Parma, ha lo scopo di promuovere e sostenere lo sviluppo economico e sociale del territorio di riferimento di ciascuna Fondazione. L’accordo si inserisce nell’ambito del progetto di collaborazione tra ACRI (Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Spa) e Cassa Depositi e Prestiti, per rafforzare ulteriormente la presenza di CDP sul territorio e la cooperazione con le singole Fondazioni per lo sviluppo di progetti congiunti a beneficio delle comunità locali.

“L’apertura a Modena di un punto informativo regionale della Cassa Depositi e Prestiti presso la sede della Camera di Commercio – ha dichiarato ancora il Presidente della Fondazione di Modena Paolo Cavicchioli – è un importante segnale di attenzione alle istanze della nostra comunità. L’inaugurazione del punto informativo offre l’opportunità di avvicinare le imprese e le pubbliche amministrazioni ai nuovi prodotti di CDP in un territorio, come quello modenese, caratterizzato da una rilevante industria manifatturiera. Crediamo che la collocazione dello sportello presso la Camera di Commercio potrà favorire il dialogo tra imprese e Cassa Depositi e Prestiti promuovendo lo sviluppo economico del territorio”.

***

(Nella foto il Presidente della Fondazione di Modena Paolo Cavicchioli firma l’accordo di collaborazione territoriale tra Cassa Depositi e Prestiti, Fondazione di Modena, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Fondazione Cassa di Risparmio di Parma)