Home Vignola Castelnuovo, contributi alle vittime di furto

Castelnuovo, contributi alle vittime di furto

Un fondo per chi è stato vittima di furti o altri episodi di microcriminalità. Il Comune di Castelnuovo Rangone ha istituito lo sportello “Non da soli”, un nuovo servizio a sostegno dei cittadini che hanno subito danni a seguito di scippi, borseggi o altri piccoli reati.

Attraverso il fondo “Non da soli” il Comune copre i costi sostenuti dai cittadini per riparare i danni all’abitazione o all’auto, a seguito di effrazioni per furto o tentato furto, per la sostituzione della serratura e il rifacimento delle chiavi dell’abitazione o della vettura, per la duplicazione dei documenti personali rubati. Il tetto massimo complessivo del contributo rimborsabile è pari a 300 euro.

L’iniziativa si aggiunge ad altre azioni portate avanti dall’Amministrazione comunale di Castelnuovo in tema di sicurezza, come spiega il Sindaco Massimo Paradisi: “L’attivazione dello sportello fa parte di un insieme più ampio di misure che stiamo mettendo in campo per la sicurezza e la prevenzione dei reati, che va da una rete sempre più diffusa di telecamere all’ampliamento del numero dei gruppi di controllo di vicinato. Il servizio ‘Non da soli’, in particolare, è parte di un piano di interventi finanziato da fondi regionali, in seguito all’approvazione di un nostro progetto, che comprende anche l’ampliamento delle telecamere di sicurezza su tutto il territorio comunale e la riqualificazione dell’area esterna del centro sportivo di via Ciro Bisi”.

Per accedere al servizio è necessario presentare domanda allo “Sportello di aiuto alle vittime – Non da soli” presso l’ufficio Urp del Comune, in via Roma 1/A, attraverso la compilazione di un modulo reperibile presso lo Sportello stesso o scaricabile dal sito www.comune.castelnuovo-rangone.mo.it, entro 90 giorni dalla data di denuncia.

La domanda deve essere sottoscritta dalla vittima o da chi ha sporto denuncia, corredata da una fotocopia della denuncia stessa ad un organo di Polizia, una fotocopia di riconoscimento personale, una fotocopia della documentazione relativa alle spese sostenute e dell’eventuale polizza assicurativa e, nel caso di sostituzione della porta, la dichiarazione del tecnico che attesti che il danno subito non sia riparabile.