Home Cronaca Modena, tutti i Gruppi consiliari: “Solidarietà al sindaco Muzzarelli”

Modena, tutti i Gruppi consiliari: “Solidarietà al sindaco Muzzarelli”

“Come Gruppi consiliari di tutte le formazioni politiche presenti nel Consiglio comunale di Modena desideriamo esprimere solidarietà al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, a cui è giunta una missiva contenente minacce di attentati, a firma Nuove Brigate Rosse. Quella firma ci riporta a uno dei periodi più bui della storia repubblicana, il terrorismo interno. Ma come allora il Paese non si fece spaventare da tanto orrore, anche ora daremo una risposta democratica, ma ferma a chi minaccia la nostra stabilità, soprattutto in un momento in cui giustamente la nostra comunità è preoccupata e lavora per fermare l’avanzata della pandemia.

Siamo certi che le forze dell’ordine sapranno individuare chi agita i fantasmi del passato allo scopo, evidente, di creare ulteriore caos in un momento così difficile per il Paese. Siamo vicini al sindaco di Modena e a tutti i primi cittadini che, in queste ore, stanno ricevendo analoghe minacce. Come amministratori modenesi, tutti, non ci facciamo intimidire”.

(I  gruppi consiliari del Consiglio comunale di Modena: Pd, Sinistra per Modena,  Verdi, Modena civica, Movimento 5 stelle,  Lega Modena, Forza Italia,  Fratelli d’Italia- Popolo della famiglia)

***

Il segretario provinciale del Pd modenese Davide Fava esprime solidarietà e vicinanza al presidente della Regione Stefano Bonaccini, al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e a tutti gli amministratori minacciati dalle Nuove Brigate Rosse:

“Desidero esprimere a nome mio personale e del partito modenese, vicinanza al presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e a tutti gli amministratori che, in queste ore, stanno ricevendo via posta minacce a firma delle Nuove Brigate Rosse. Spetterà naturalmente agli investigatori delle forze dell’ordine e alla Magistratura capire a che tipo di fenomeno ci troviamo davanti, se la ripresa dell’attività di formazioni che speravamo appartenessero al nostro passato o se a nuove frange tutte da comprendere. E’ grave che in un momento così delicato per il Paese, qualcuno provi ad agitare il terrorismo interno, inviando minacce direttamente agli amministratori locali, ovvero le persone che sono in prima linea per la salvaguardia e la coesione delle nostre comunità. Tra l’altro il contenuto di queste missive ha un chiaro connotato negazionista, di contrasto alle misure che il Governo, insieme alle amministrazioni locali, sta adottando proprio per la tutela della salute di tutti, a partire dai più fragili. Come Partito democratico, insieme ai nostri amministratori, non ci faremo intimidire. Il Paese darà una risposta ferma, ma democratica a questi criminali!”.