Home Modena Castelfranco Emilia scrive il suo nuovo Piano Urbanistico Generale coinvolgendo la cittadinanza

Castelfranco Emilia scrive il suo nuovo Piano Urbanistico Generale coinvolgendo la cittadinanza

Castelfranco Emilia (Google Maps)

Ridurre il consumo di suolo entro il 2050, favorendo il riuso e la rigenerazione del territorio urbanizzato: sono questi i principali obiettivi della legge urbanistica regionale approvata nel 2017 che trasforma in maniera radicale l’approccio urbanistico anche a livello comunale introducendo il Piano Urbanistico Generale (PUG), un unico strumento dal carattere fortemente strategico per ripensare le città e il loro ambiente secondo un nuovo modello di sviluppo basato sulla riduzione del consumo delle risorse e la capacità di adattamento ai cambiamenti climatici.

“La nuova legge urbanistica ci ha lanciato una sfida importante che dobbiamo raccogliere con intelligenza e una visione a lunga “gittata”. Il nostro Comune ha una posizione strategica che ci offre l’opportunità di co-progettare consapevolmente il ruolo di cerniera e ingranaggio nel territorio più ampio che storicamente ricopriamo – dichiara il Sindaco Giovanni Gargano – Un’occasione unica per valorizzare le nostre peculiarità e innalzare il livello della qualità della vita per i nostri cittadini. La nostra città sarà quindi ancora più bella, più comoda, a misura d’uomo e più sostenibile”.

“Al percorso di elaborazione del nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG) segue in parallelo l’elaborazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) – dichiara il Vicesindaco Denis Bertoncelli – uno strumento non obbligatorio per la dimensione del nostro Comune, ma di cui abbiamo deciso di dotarci, in un’ottica di una mobilità sempre più sostenibile e rispettosa dell’ambiente.

Nei mesi scorsi il Comune di Castelfranco Emilia ha costituito un Ufficio di Piano selezionando professionisti di comprovata esperienza che affiancheranno i suoi tecnici nel condurre analisi, approfondimenti specifici e nel delineare le strategie: “Un team importante – dice il Responsabile e Coordinatore dell’Ufficio di Piano, Architetto Bruno Marino –  capitanato dall’Ingegnere Roberto Farina dello studio OIKOS, che vede la presenza di docenti dell’Università di Bologna e di consulenti esperti delle diverse aree tematiche, oltre alla straordinaria squadra interna all’ente del Settore Tecnico”.

Il gruppo di lavoro è affiancato da facilitatori esperti il cui l’obiettivo sarà quello di portare sul tavolo dell’Ufficio di Piano la conoscenza e la visione emerse dall’ascolto e dal coinvolgimento della comunità. La partecipazione è infatti un aspetto centrale di questo processo, non solo un “obbligo di legge” ma un indirizzo fortemente voluto dall’amministrazione per stimolare un dibattito pubblico sul futuro della città e del territorio che assume ancora più importanza in un momento così complesso. Cittadini e portatori di interesse saranno chiamati a contribuire con indicazioni, all’interno di numerosi momenti di ascolto e confronto fin dalle prossime settimane.

“Il primo appuntamento, aperto a tutta la cittadinanza, – ricorda l’Assessore alla Partecipazione Matteo Silvestri – sarà mercoledì 18 alle ore 18.00, sulla pagina Facebook del Comune: per l’occasione sarà presentato il percorso partecipativo “A tutto Piano!” e saranno illustrati i lavori della prima fase, che si svilupperà tra novembre e dicembre con momenti di ascolto dedicati ai principali portatori di interesse sul Piano Urbanistico Generale (PUG) coordinati dalla Cooperativa Sociolab, e strumenti di indagine e tavoli di lavoro sul Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), coordinati dalla società TPS Transport Planning Service”.

 

Questo il calendario degli appuntamenti successivi:

●      Mercoledì 25 Novembre (h.17.45) focus group online sul tema “Sviluppo Economico” con categorie economiche e sociali;

●      Mercoledì 2 Dicembre (h.17.45) focus group online sul tema “Ambiente e Salute” aperto a ordini professionali, protezione civile, associazioni ambientaliste;

●      Mercoledì 9 Dicembre (h.17.45) focus group online sul tema “Città Collaborativa” rivolto ad associazioni culturali e di volontariato, scuole e terzo settore;

●      Mercoledì 16 Dicembre doppio appuntamento  online (h. 17.45 e 19.45) sul Piano della Mobilità Sostenibile con categorie economiche e mondo associativo.