Home Modena Discarica: anche l’Unione Terre di Castelli contraria

Discarica: anche l’Unione Terre di Castelli contraria

Ieri sera, in occasione del consiglio dell’Unione Terre di Castelli, è stato portato in approvazione un Ordine Del Giorno, condiviso da tutti i gruppi consiliari, in cui si è andati ad esprimere la ferma contrarietà di tutta l’unione al “Parco Tecnologico” proposto dalla società Unirecuperi S.R.L. al confine tra il comune di Valsamoggia e il comune di Savignano sul Panaro in un area calanchiva e boschiva.

Questo ODG, oltre a dichiarare la ferma contrarietà a tale impianto, impegna anche la giunta dell’unione a presentare le proprie osservazioni in seno alla fase di partecipazione della conferenza dei servizi che dovrà valutare l’impatto ambientale e decidere se dare il via al progetto della discarica.

Soddisfatto il sindaco di Savignano Tagliavini “Sono molto contento che su questo tema ci sia unità nel consiglio dell’unione” dichiara il sindaco “è la prima volta che mi capita di vedere un ODG presentato congiuntamente e poi votato all’unanimità, desidero ringraziare personalmente i consiglieri Bonaiuti (Gruppo Centro sinistra per le Terre di Castelli) e Bettelli (Gruppo Insieme per migliorare l’unione), l’assessore all’ambiente dell’unione, nonché Sindaco di Spilamberto, Umberto Costantini per il lavoro politico e di condivisione del testo, e i capigruppo consiliari Campana (Centro sinistra per le Terre di Castelli), Boni (Insieme per Migliorare l’Unione)e Ropa (Zocca Civica in Unione) per averlo condiviso e votato”.

Dichiara il sindaco Costantini assessore al turismo e all’ambiente di terre di castelli: “Ci sono temi che superano le differenze di parte, la salvaguardia delle nostre colline sia dal punto di vista turistico che ambientale per esempio è uno di questi. Il consiglio lo ha dimostrato lavorando insieme per presentare un odg condiviso, nei fatti un bell’esempio di collaborazione concreta che spero possa ripetersi in futuro. Grazie a tutti e tutte per l’impegno”.

Questo ODG si aggiunge quindi ai numerosi votati nei vari consigli comunali dei Comuni dell’Unione Terre di Castelli e anche a quello votato all’unanimità dal Consiglio Provinciale di Modena, il fronte politico del NO alla discarica è quindi numeroso e compatto.