Home Ambiente Maranello è tra le capitali italiane del verde

Maranello è tra le capitali italiane del verde

Il riconoscimento nazionale è arrivato questa mattina con la consegna del prestigioso Premio ‘La Città del Verde’, che in occasione della sua 21esima edizione ha riservato al Comune di Maranello una menzione speciale nella sezione dedicata alla manutenzione del verde pubblico, per la categoria relativa ai comuni tra i 15mila e i 50mila abitanti.

La cerimonia si è tenuta in modalità a distanza, a causa delle misure anticovid, e ha visto l’assessore comunale al Patrimonio, Chiara Ferrari, rappresentare l’amministrazione e ritirare virtualmente il premio, tenendo contestualmente una breve relazione in streaming di fronte agli organizzatori dell’evento e agli amministratori delle altre città premiate, una dozzina in tutta Italia.

“Questa menzione in un premio così importante ci riempie di soddisfazione – commenta l’assessore Chiara Ferrari – e conferma la bontà del lavoro svolto in questi anni, nei quali l’amministrazione ha sempre riservato un’attenzione particolare al verde pubblico. Non solo perché crediamo fermamente che questa cura contribuisca in maniera significativa alla socialità e alla qualità della vita dei cittadini, ma anche perché favorisce l’accoglienza turistica e la promozione del territorio. Una città attrattiva e ospitale è una città con spazi pubblici relazionali e verde urbano di qualità”.

Gli esperti della giuria sono rimasti particolarmente colpiti dalla cura riservata ai parchi, alle aiuole e alle aree verdi all’interno delle rotatorie maranellesi. Un compito, questo, svolto quotidianamente dagli operatori specializzati della partecipata ‘Maranello Patrimonio’, che nel corso degli anni, con il loro lavoro e la loro creatività, hanno realizzato in città diversi e suggestivi angoli di verde, fotografatissimi dai turisti.

“La cura del verde pubblico è ormai un nostro ‘marchio di fabbrica’ – dichiara il sindaco Luigi Zironi – e un riconoscimento così prestigioso, di livello nazionale, certifica che siamo sulla strada giusta. Non solo sulla manutenzione, ma anche sulla ‘cultura ambientale’ che stiamo trasmettendo ai nostri cittadini, compresi i più giovani coinvolti nelle scuole in numerosi progetti che puntano sul rispetto della natura e del verde urbano”.