Home Cronaca Modena, cordoglio per la scomparsa dell’ex deputato Luciano Guerzoni

Modena, cordoglio per la scomparsa dell’ex deputato Luciano Guerzoni

E’ morto oggi a 82 anni l’ex deputato modenese Luciano Guerzoni. Professore ordinario di Diritto ecclesiastico all’Università di Modena, è stato presidente della Fondazione ‘Ermanno Gorrieri’ di Modena. Ha ricoperto la carica di deputato come indipendente nelle liste del Pci prima e del Pds poi. Nel 1993 fu tra i fondatori dei Cristiano-sociali.

***

«Ci ha lasciati questa notte Luciano Guerzoni. Una persona di grande valore, sia come professore di Diritto ecclesiastico all’Università degli studi di Modena, sia come deputato nelle liste del Pci e del Pds». Con queste parole il presidente della Provincia di Modena Gian Domenico Tomei, ricorda la figura dell’ex deputato e sottosegretario, scomparso nella  notte del 1 dicembre all’età di 82 anni.

Come sottolinea Tomei, «è stato tra i fondatori dei Cristiano sociali, intuendo quasi trent’anni fa, la necessità di unire tutte quelle espressioni e quelle culture della nostra società attente ai bisogni delle persone e delle comunità».

Guerzoni, che ha ricoperto tra l’altro il ruolo di sottosegretario alla pubblica istruzione nel governo Prodi e nel governo D’Alema «ha contribuito concretamente al crescita sociale e culturale del nostro territorio. Ci lascia un grande vuoto e voglio rivolgere ai suoi familiari le mie più sentite condoglianze».

***

Il segretario provinciale del Pd Davide Fava esprime, a nome del Partito democratico modenese, il cordoglio per la scomparsa dell’ex parlamentare ed ex sottosegretario Luciano Guerzoni: “Un docente universitario, uno studioso, ma anche una persona che ha provato, prima nel ruolo di parlamentare e poi in quello di sottosegretario alla Pubblica istruzione, a realizzare riforme al servizio della comunità e del territorio, avendo sempre a mente i valori dell’equità sociale e dell’uguaglianza. Luciano Guerzoni ha contribuito a costruire la storia del partito locale, prima nel Pci poi nel Pds e poi ancora fondando i Cristiano sociali. Ha potuto dar prova delle competenze acquisite in anni di impegno quando prima da Prodi e poi da D’Alema fu chiamato a ricoprire il ruolo di sottosegretario alla Pubblica istruzione. Ci lascia un uomo che ha fatto dell’impegno verso la propria comunità il segno distintivo di una vita. Le più sentite condoglianze alla famiglia”.

***

«Nella sua veste di presidente della Fondazione Ermanno Gorrieri ha tenuto vive la memoria e le idee di uno dei nostri padri fondatori – ricorda il segretario generale della Cisl Emilia Centrale William Ballotta – In questi anni abbiamo collaborato spesso su temi per noi cruciali, come la povertà e le disuguaglianze sociali.

Luciano Guerzoni lascia un grande vuoto, ma anche un’eredità culturale preziosa per la nostra comunità, soprattutto per i più giovani».

***

“Autentico riformista, il suo impegno civile e politico è sempre stato caratterizzato dal dialogo e dalla contaminazione tra culture e tradizioni, con attenzione ai diritti di libertà e al tema dell’uguaglianza, con un legame molto forte con Ermanno Gorrieri”. Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ricorda così il politico e docente universitario Luciano Guerzoni, scomparso all’età di 82 anni, in un messaggio di cordoglio ai familiari e alla Fondazione Gorrieri che ha presieduto fin dalla costituzione.
Cordoglio anche da parte del presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi sottolineando, in particolare, “l’adesione ai valori del cristianesimo sociale e l’alto profilo culturale che ha sempre mantenuto nel suo percorso di impegno politico”.
Professore di Diritto ecclesiastico all’Università di Modena, Guerzoni è stato parlamentare negli anni Ottanta, eletto come Indipendente di sinistra nelle liste del Pci, poi di nuovo nel 1994, con il Pds, dopo aver fondato nel 1993 i Cristiano sociali insieme a Gorrieri e Pierre Carniti. Convinto sostenitore dell’Ulivo, è stato sottosegretario all’Università e alla Ricerca scientifica e tecnologica tra il 1996 e il 2001 nei governi di Prodi, D’Alema e Amato.
Studioso dell’ordinamento dello Stato nel campo della disciplina del fenomeno religioso, è autore di numerose pubblicazioni sui temi della libertà religiosa e della laicità delle istituzioni.