Home Cronaca Esondazione Panaro, prosegue a Nonantola il lavoro dei volontari della Protezione civile

Esondazione Panaro, prosegue a Nonantola il lavoro dei volontari della Protezione civile

Oggi sono riprese le attività al nido Piccolo Principe e alla scuola d’infanzia paritaria San Giuseppe. Domani sarà il turno di Don Milani e Don Ansaloni.

Fra mercoledì 16 e mercoledì 23 dicembre le bambine e i bambini delle sezioni 3 e 4 anni del Don Beccari frequenteranno l’attività presso il Don Milani; la sezione dei 5 anni sarà ospitata presso il Don Ansaloni. A gennaio, alla ripresa dopo le vacanze natalizie, tutte queste sezioni troveranno collocazione presso le scuole Fratelli Cervi fino al termine dell’anno scolastico. I piccoli del nido saranno accolti presso il nido Piccolo Principe, a partire da giovedì 17 dicembre.

Continuano le attività di ripristino delle scuole primarie Fratelli Cervi, Ida Nascimbeni e Dante Alighieri. Purtroppo in tutte queste scuole si registrano ancora delle criticità agli impianti, soprattutto quello elettrico, su cui i tecnici sono intervenuti anche oggi e i lavori proseguiranno ancora nei prossimi giorni. Tenuto conto del tempo necessario a superare queste criticità e della necessità di deumidificare i locali prima di renderli fruibili alla frequenza scolastica, è altamente probabile che le lezioni in presenza potranno ripartire solo dopo la pausa natalizia (la certezza c’è già per le Dante Alighieri). L’Amministrazione Comunale auspica pertanto che sia possibile attivare da subito i percorsi di didattica a distanza già previsti in caso di pandemia così da salvaguardare il diritto all’istruzione degli studenti.

 

 

Sorgea Acqua

Le utenze delle vie colpite dall’alluvione, che hanno registrato alti consumi d’acqua (dovuti in particolar modo ai lavaggi delle abitazioni), avranno uno “sconto calamità”, che consentirà di portare i costi della tariffa di dicembre in linea con la media dei mesi precedenti.

 

Raccolta rifiuti ingombranti da parte di Geovest

L’esposizione libera, sia nel capoluogo che nelle frazioni, sarà possibile fino a domani, martedì  15/12. Il materiale deve essere collocato lontano da recinzioni e cancellate, e possibilmente non va messo alla fine di vicoli chiusi in cui i mezzi non possono operare. Inoltre si chiede di mettere nei sacchi i piccoli materiali  e di mantenere separati gli elettrodomestici (RAE) al momento dell’esposizione.

I rifiuti collocati in strada dal giorno16 dicembre saranno nuovamente raccolti, con passaggi automatici e strutturali, non continuativamente come accaduto in questi giorni, ma da sabato 19 a martedì 22 dicembre.

Continua la normale raccolta “porta a porta”, come da calendario, ed anche lo  svuotamento dei raccoglitori stradali.

Un aiuto per far ripartire Nonantola

Nonantola, colpita duramente dall’alluvione di domenica 6 dicembre provocata dalla rottura dell’argine del Panaro tra Castelfranco Emilia e Gaggio, in queste ore sta facendo anche i conti con gli ingentissimi danni a residenti, edifici pubblici ed aziende. Considerando le tante richieste giunte per poter fornire un aiuto al paese, il Comune ha aperto questa mattina un conto corrente per contribuire alla rinascita di Nonantola.

 

Causale: Esondazione Nonantola

Iban: IT89 U061 1566 8900 0000 0004 150

Il Comune ringrazia, tra gli altri, l’Associazione “Un Cuore per la Vita”, la presenza dei loro volontari ha aiutato Nonantola in questi giorni così duri, e “Matilde Ristorazione” per la fornitura di pasti ai volontari.