Home Regione FarmacieUnite: vaccinazione in farmacia

FarmacieUnite: vaccinazione in farmacia

La necessità di realizzare il piano vaccinale ha fatto sì che negli ultimi giorni sia esponenti della maggioranza di governo che dell’opposizione abbiano dichiarato che le oltre 19.000 farmacie sono necessarie per vaccinare in tempi rapidi quanti più italiani.

La stessa finanziaria, approvata gli ultimi giorni del 2020, ha attribuito alle farmacie e ai farmacisti quali operatori sanitari, la possibilità di effettuare le vaccinazioni presso i propri locali con la supervisione di medici, assistiti, se necessario, da infermieri o da personale sanitario opportunamente formato.

FarmacieUnite, come già avvenuto con la richiesta di effettuare i tamponi in farmacia, è disponibile attraverso le farmacie della propria associazione che lo riterranno opportuno a organizzare il servizio di vaccinazione nel rispetto dei protocolli che saranno concordati.

A questo proposito sarebbe necessario che fin d’ora nelle sedi preposte si dettaglino i protocolli di attuazione di questo servizio in modo che, quando arriveranno le dosi di vaccino previste, si possa passare con rapidità alla fase operativa di vaccinazione in farmacia.

Inoltre, è opportuno ricordare che la farmacia è il naturale veicolo di informazione sulla salute verso i cittadini sia per la potenzialità di contatto (oltre 3,5ml di clienti al giorno entrano nelle farmacie italiane) sia per l’elevata professionalità dei farmacisti presenti.

FarmacieUnite rinnova la propria disponibilità a collaborare con gli enti preposti per la stesura dei protocolli e per l’organizzazione della vaccinazione in farmacia.

***

FARMACIEUNITE – è un organismo sindacale di Categoria attivo dal 1° gennaio 2014, senza limitazioni territoriali, – non aderente a Federfarma –- al quale si associano volontariamente le farmacie pubbliche e private aperte sul territorio.

Dal 1° gennaio 2015 l’Associazione, partita dal Veneto, ha cominciato ad estendere la propria attività al di fuori dei confini regionali dando vita alla sezione Lombardia, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia, contando associati anche in Toscana, Piemonte e Puglia.

Al momento, sono associate a Farmacieunite circa 600 farmacie.



Articolo precedenteColdiretti: dazi Usa contro i prodotti dell’Unione Europea, ultimo atto Trump
Articolo successivoCoronavirus, alle 19 vaccinate quasi 8mila persone e le somministrazioni di oggi continuano