Home Ambiente Vignola, lunedì si parte con i trattamenti contro la zanzara tigre

Vignola, lunedì si parte con i trattamenti contro la zanzara tigre

ora in onda
________________



Vignola, lunedì si parte con i trattamenti contro la zanzara tigreDa lunedì 17 maggio, il Comune di Vignola comincia il trattamento con prodotti larvicidi dei pozzetti di raccolta delle acque piovane presenti sulle aree pubbliche, potenziali focolai di riproduzione delle zanzare, in particolare la cosiddetta zanzara tigre. Ogni anno, vengono previsti almeno 5 trattamenti e le relative attività di controllo qualità sulla loro efficacia.

“Com’è noto – spiega l’assessora all’Ambiente del Comune di Vignola Anna Paragliola – L’Assessorato Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna da alcuni anni si fa promotore e coordinatore di un articolato piano per il contenimento della diffusione della zanzara tigre Aedes Albopictus, zanzara potenziale vettore della Febbre di Chikungunya, della febbre di Dengue e del virus Zika, con la finalità di ridurre il rischio per la popolazione di contrarre tali patologie. Le Amministrazioni comunali sono coinvolte in termini di sorveglianza sanitaria e di controllo del territorio secondo le linee operative contenute in tale pianificazione”.

A brevissimo verranno effettuate anche distribuzioni gratuite di prodotto larvicida alla popolazione residente (una confezione per fabbricato) presso il giardino della sede municipale e saranno diffuse tutte le informazioni utili a mettere in atto buone pratiche di prevenzione.

“L’esperienza maturata in questi ultimi anni – continua Anna Paragliola –  ha evidenziato che i principali fattori in grado di contenere l’infestazione da zanzara tigre sono, insieme agli interventi assicurati dai Comuni sulle aree pubbliche, la sensibilità e la partecipazione della popolazione nella corretta gestione del verde privato e nel rispetto delle disposizioni, riguardanti i privati cittadini e le attività produttive o commerciali a maggior rischio, contenute nelle ordinanze sindacali”.

Si richiamano al proposito i disposti dell’Ordinanza n. 47 del 21.04.2021 con particolare riferimento all’obbligo di trattare l’acqua presente in tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta delle acque meteoriche, e qualunque altro contenitore non eliminabile (comprese fontane e piscine non in esercizio) ricorrendo a prodotti di sicura efficacia larvicida.

Per maggiori informazioni: www.zanzaratigreonline.it