Home Sport Lunedì passa da Vignola il Giro d’Italia di ciclismo under 23

Lunedì passa da Vignola il Giro d’Italia di ciclismo under 23


ora in onda
________________



Lunedì passa da Vignola il Giro d’Italia di ciclismo under 23Passa anche da Vignola il Giro d’ Italia Giovani Under 23 , la competizione ciclistica che rappresenta uno dei più importanti banchi di prova per i migliori giovani ciclisti italiani e stranieri. La tappa Fanano-Sestola è in programma per lunedì 7 giugno: il passaggio sul territorio vignolese è atteso, in mattinata, attorno alle 11.30, a seconda della media oraria tenuta dal gruppo. La tappa modenese del Giro è di 142 chilometri, una delle più impegnative del percorso, con i ciclisti che devono affrontare un dislivello di 2.500 metri tutti in territorio modenese.

“Siamo molto orgogliosi che gli organizzatori abbiano deciso di far passare i ciclisti dalla nostra città – conferma l’assessore allo Sport del Comune di Vignola Luca Righi – Invitiamo i cittadini a partecipare, nel rispetto naturalmente del distanziamento fisico e di tutte le norme per il contrasto alla diffusione della pandemia. I ciclisti arriveranno da Marano, entreranno nel territorio vignolese imboccando via Frignanese, poi passeranno da via Tavoni, attraverseranno Corso Italia e imboccheranno via Ponte Muratori per trasferirsi in territorio savignanese. Potremo vedere all’opera i migliori talenti dei vivai italiani e stranieri. In questa gara, infatti, in passato si sono distinti ciclisti che poi si sono affermati nel mondo del professionismo”.

Le limitazioni al traffico per consentire il passaggio della corsa sono programmate tra le ore 11.00 e le ore 12.00, in accordo con la Prefettura e le forze dell’ordine. Possibili disagi al traffico. “Ringraziamo gli organizzatori della corsa e le associazioni sportive del territorio che non ci hanno fatto mancare il loro aiuto – conclude l’assessore Righi – Grazie in particolare a GS Pedale Vignolese, Polisportiva Olimpia Vignola, Carabinieri in congedo e a tutti i volontari del sistema di Protezione civile. Grazie anche alla Polizia locale e alle Forze dell’ordine per l’impegno profuso”