Home Ambiente Rifiuti, a Vignola novità sulla Tariffa puntuale corrispettiva (ex Tari)

Rifiuti, a Vignola novità sulla Tariffa puntuale corrispettiva (ex Tari)


ora in onda
________________



Rifiuti, a Vignola novità sulla Tariffa puntuale corrispettiva (ex Tari)
Rocca Vignola (ph Giliberti)

Anche nel 2021 non ci saranno aumenti per la Tariffa puntuale corrispettiva (ex Tari), anzi sono state previste agevolazioni sia per le famiglie che per le attività economiche, con particolare attenzione a quelle che hanno subito in maniera più dura le ricadute economiche della crisi pandemica. La riduzione della tariffa rifiuti 2021 è nell’ordine dei 380mila euro. Le imprese più colpite potranno contare su una riduzione del 47%, quelle che hanno subito minori ripercussioni avranno comunque uno sgravio del 47% sulla sola quota variabile della tariffa. Per le utenze domestiche la riduzione sarà del 2,5%.

“L’Amministrazione conosce bene le sofferenze economiche che molti cittadini hanno sopportato nel periodo della pandemia – spiega l’assessore al Bilancio Mauro Smeraldi –  Il primo nostro pensiero in questa perdurante situazione di emergenza è quello di non gravare sulle loro tasche. Per questo, nonostante il lieve incremento dei costi del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, deciso dall’ente regolatore, seguendo criteri e principi che peraltro ci sfuggono, l’Amministrazione comunale ha approvato riduzioni della tariffa rifiuti 2021 (rispetto a quella teorica) per circa 380.000. Sgravi che si vanno ad aggiungere a quelli già previsti da questa Amministrazione nei mesi scorsi sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche. Buona parte di queste riduzioni saranno a vantaggio delle categorie più colpite dalla crisi. bar, ristoranti, palestre, negozi, parrucchieri, alberghi, associazioni, agenzie di viaggio, etc si troveranno in bolletta una riduzione del 47% su tutte le componenti della tariffa (fissa, normalizzata e variabile). Applicheremo una riduzione del 47% della sola quota variabile anche per le altre attività (quasi tutte) che hanno subito comunque delle ripercussioni negative”.

Le riduzioni saranno applicate direttamente dal gestore: famiglie ed imprese le troveranno nella bolletta 2021.