Home Castelfranco Emilia Castelfranco Emilia, asili nido aperti già dal primo settembre

Castelfranco Emilia, asili nido aperti già dal primo settembre

Castelfranco Emilia, asili nido aperti già dal primo settembre
Copyright :Regione Emilia-Romagna A.I.C.G.

A Castelfranco Emilia asili nido aperti già da mercoledì prossimo 1 settembre. Su input dell’Amministrazione comunale, è stato infatti deciso di anticipare la riapertura, con le educatrici e  il personale ausiliario già al lavoro in questi giorni per la pianificazione e la predisposizione delle strutture per la ripartenza.

“Abbiamo fatto questa scelta con l’obiettivo di essere a supporto delle famiglie sin da subito – ha dichiarato l’Assessore alla Scuola del Comune di Castelfranco Emilia  Rita Barbieri spiegando  che – abbiamo chiesto di anticipare il rientro del personale docente e di supporto, e la risposta è stata immediatamente positiva. Pertanto non posso che esprimere la nostra personale soddisfazione e gratitudine, a margine anche, mi piace ricordarlo e ribadirlo ancora una volta, – ha poi sottolineato – dell’ottima riuscita della sperimentazione, per la prima volta questa estate, del centro estivo che abbiamo organizzato per l’intero mese di luglio, anche per i più piccini, già dai dodici mesi di età: è stato veramente un bel successo in termini di partecipazione  e di entusiasmo, sia, prioritariamente, per i bambini che per le famiglie. A questo punto, dunque,  siamo pronti a riaprire i battenti per il nuovo anno, con l’auspicio di poterci lasciare definitivamente alle spalle una volta per tutte l’incubo covid, ben consci che l’attenzione e la prudenza devono rimanere sempre alte e prioritarie. Ed è anche per questo motivo che auspichiamo, al netto di eventuali e future nuove decisioni prese a livello centrale da parte del Governo, che tutto il personale sia completamente vaccinato. Un invito che mi sento di estendere a tutti, partendo proprio dal personale che si prende cura nella quotidianità dei più piccini mentre le famiglie sono al lavoro. Una scelta, questa, è bene ricordarlo – ha concluso – che riguarda la tutela della salute di ognuno di noi, nessuno escluso”.