Home Top news by Italpress Vina e Shomurodov si presentano “Alla Roma per vincere”

Vina e Shomurodov si presentano “Alla Roma per vincere”

ROMA (ITALPRESS) – Uno ha 23 anni ma ha già vinto una Copa Libertadores. L’altro di anni ne ha 26, è arrivato tardi nel grande calcio e deve ancora riempire la bacheca. Eppure, per Matias Vina ed Eldor Shomurodov, due nuovi acquisti della Roma presentati oggi a Trigoria, l’obiettivo è lo stesso: “Vincere trofei”. L’esterno uruguaiano è approdato in giallorosso dopo l’infortunio di Spinazzola che ha costretto la società, per stessa ammissione di Mourinho, a cambiare i piani originari di mercato. “Al Palmeiras mi hanno comunicato l’interesse della Roma, ho anche parlato con Mourinho e ho iniziato ad allenarmi a parte. Sono molto felice di essere qui oggi”, ha detto Vina. Per Tiago Pinto “Spinazzola e Vina possono anche giocare insieme” e il terzino non ha dubbi: “Non ne ho parlato con Mourinho ma posso giocare anche da difensore centrale”. Sugli obiettivi: “Sono giovane ma ho avuto la fortuna di vincere abbastanza. Posso imparare molto anche qui. Il segreto per vincere trofei? Dobbiamo pensare a una partita alla volta”.
Pensa a un trofeo anche il classe 1995 Shomurodov, che si è guadagnato la Roma dopo una buona stagione con la maglia del Genoa: “Ogni anno mi sono dato come obiettivo di migliorare sempre. Non conta l’età, l’importante è che io sia qui e non vedo l’ora di dimostrare quello che valgo e vincere qualcosa con la Roma e per la Roma”. A Trigoria trova Mourinho: “Ci siamo visti due anni fa a Mosca e quando è arrivata la notizia dell’interesse della Roma ho detto subito di sì”, ha detto l’uzbeco. “Innanzitutto per la Roma, perchè è un top club. Poi anche per Mourinho, che è stato uno dei ‘motivì che mi ha convinto a venire qui”. Proprio l’allenatore portoghese non ha chiuso le porte a una convivenza in attacco tra Shomurodov e Abraham. “L’importante è fare il bene della Roma. Se mi sarà chiesto di giocare con lui, lo farò e non vedo l’ora di farlo. Posso giocare sia al centro che come esterno”, ha concluso Shomurodov.
(ITALPRESS).