Home Maranello Maranello, Italia del Futuro incontra i cittadini con “Le città del Futuro”

Maranello, Italia del Futuro incontra i cittadini con “Le città del Futuro”

ora in onda
________________



Maranello, Italia del Futuro incontra i cittadini con “Le città del Futuro”Un momento di riflessione a Maranello per tracciare i punti fin qui percorsi dal gruppo locale insieme all’amministrazione comunale e un’occasione per lanciare le nuove sfide. 

 

“Siamo un gruppo molto attivo che condivide un modello misto di attivismo civico e associazionistico. Il modello costruito qui tre anni fa è quello giusto per coinvolgere in modo strutturato i civici di centro sinistra all’interno del mondo amministrativo” , commentano il Presidente Davide Nostrini e Andrea Bonacorsi. 

Il gruppo lancia le sfide sul distretto,  prime fra tutte la mobilità sostenibile e la formazione lavorativa per i più giovani.   

Il Sindaco Luigi Zironi e l’Assessore Ottolini fanno il punto sulla città e sulle scelte politiche fatte in questi anni. 

“Abbiamo fatto moltissimi investimenti sulla scuola e sulla flessibilità per conciliare al meglio famiglia e lavoro e anche le strutture scolastiche hanno subito importanti interventi strutturali per la riqualificazione sismica ed e energetica” , spiega il Sindaco Zironi che aggiunge anche l’importanza degli investimenti fatti sullo sport, sulla legalità e per le frazioni. 

Sul punto interviene anche l’Assessore Ottolini che illustra i traguardi raggiunti sull’innovazione, sulla formazione per i giovani Neet e sulla capacità di mettersi in gioco sul territorio per coinvolgere le aziende all’interno dell’ambito della scuola e del sociale. 

“La pandemia ha messo al centro tante richieste che abbiamo dovuto saper affrontare tramite nuovi servizi ed idee, come per esempio i volontari digitali, della spesa e i progetti di comunità di quartiere. 

In conclusione Nostrini invita a parlare l’Assessore Giulia Bosi di Formigine e Marco Modena di friday for future, lanciando al congresso 2022 del gruppo e all’organizzazione di numerosi progetti condivisi con il mondo associazionistico e le liste civiche. 

“Se costruiremo un Ulivo modenese 2.0, Italia del Futuro sarà la colonna moderata, giovane e civica”.