Home Fiorano La terza edizione di “Vista sull’Europa” propone una riflessione sulle differenze che...

La terza edizione di “Vista sull’Europa” propone una riflessione sulle differenze che costituiscono l’unicità del nostro continente

ora in onda
________________



La terza edizione di “Vista sull’Europa” propone una riflessione sulle differenze che costituiscono l’unicità del nostro continenteLa nuova edizione della rassegna “Vista sull’Europa” presenta il tema “NordSudOvestEst- Orientarsi nelle differenze”.

“Abbiamo voluto ispirarci e cogliere suggestione dai quattro punti cardinali, perché quattro sono i comuni coinvolti che in rete hanno collaborato dalla scorsa edizione con proficui risultati: Formigine, Fiorano Modenese, Maranello e Prignano sulla Secchia – afferma Roberta Biagiarelli, ideatrice e coordinatrice delle attività – La pandemia ancora non superata deve portarci a riflettere sull’incertezza che investe il presente e il futuro di tutti e tutte noi. Gli approfondimenti che svilupperemo potranno essere la bussola per provare ad orientare il nostro sguardo verso un nuovo racconto europeo. Occorrerà soffermarsi sulle tante differenze che costituiscono l’unicità dell’Europa e delle sue minoranze che abitandola la rendono un continente speciale dal punto di vista sociale, culturale e della biodiversità. Sarà anche l’occasione per andare a identificare le questioni che premono sui suoi confini e che ci auspichiamo diventino porte e non barriere, là dove persistono nodi da sciogliere e dove si sono accese instabilità che vanno governate”.

Il progetto prenderà avvio il prossimo 13 novembre a Prignano con la passeggiata storico-creativa “Viaggio in Europa”, condotta da Paola Gemelli con gli studenti delle due classi terze dell’Istituto comprensivo F. Berti.

Tra gli intellettuali autorevoli e gli esperti coinvolti ad aprire gli incontri serali del programma, il prossimo 16 novembre alle ore 21 presso l’Auditorium Enzo Ferrari di Maranello troveremo Ferruccio De Bortoli, per due volte direttore del Corriere della Sera e del Sole 24Ore, attuale presidente dell’associazione Vidas che verrà intervistato da Alberto Venturi.

A seguire, il 18 novembre alle 21 presso il Cinema Teatro Astoria di Fiorano “L’Europa ritrovata” con Wlodek Goldkorn, scrittore e giornalista polacco, per anni responsabile culturale de L’Espresso. Goldkorn è autore di saggi sull’ebraismo, il Medio Oriente e l’Europa centrale e sarà intervistato dallo storico Daniel Degli Esposti.

Il 1° dicembre alle 21 sarà Francesca Mannocchi, apprezzata e pluripremiata giornalista, scrittrice, documentarista, ad essere ospitata presso l’Auditorium Enzo Ferrari di Maranello con “Il Mediterraneo degli incroci”.

A Formigine sono attesi Riccardo Michelucci (il 9 dicembre alle 21 nel loggiato del castello); la professoressa Giuliana Laschi e Daniele Francesconi (il 16 dicembre alle 21 presso Sala Loggia). Nello specifico, anche alla luce del gemellaggio di Formigine con la città di Kilkenny, il giornalista Riccardo Michelucci (in dialogo con Valentina Balzani) parlerà del futuro dell’Irlanda dopo la Brexit; mentre la storica Giuliana Laschi e il direttore del Festival Filosofia Daniele Francesconi dialogheranno sulle relazioni dell’Europa con il resto del Mondo.

In data ancora da definire troveremo Paolo Rumiz (in collegamento online) al Cinema Teatro Astoria di Fiorano per presentare il suo ultimo libro-manifesto “Canto per Europa” (edizioni Feltrinelli).

La rassegna prevede anche laboratori di street art di comunità tenuti da Ennio Sitta nei Comuni di Formigine, Fiorano e Maranello e dei due writers Manuel e Simone Franchini (Mao & Sam) a Prignano.

Il progetto è realizzato con il contributo della Regione Emilia-Romagna, su bando a sostegno e promozione della cittadinanza europea. Tutti gli eventi sono gratuiti. La prenotazione è consigliata sul sito Eventbrite.