Home Top news by Italpress Mourinho “Roma a Sofia per vincere, poi vedremo il risultato del Bodo”

Mourinho “Roma a Sofia per vincere, poi vedremo il risultato del Bodo”

ora in onda
________________



ROMA (ITALPRESS) – “Oggi ho parlato con i giocatori e ho raccontato loro di quando io allenavo il Manchester United e ci giocavamo il primo posto del girone di Champions con la Juve. Abbiamo perso noi e perse anche la Juve. E’ stato da idioti non crederci. Se avessimo vinto avremmo passato il girone da primi in classifica. Per questo dobbiamo giocare domani per vincere. Poi vedremo il risultato del Bodo. Se vincono anche loro, poi, faremo i play-off”. Così, ai microfoni di Sky Sport, Josè Mourinho, alla vigilia dell’ultima gara del girone di Conference League, CSKA Sofia-Roma, nella quale i giallorossi si giocano il primo posto. Al momento sono alle spalle del Bodo Glimt (in vantaggio di un punto), impegnato sul campo dello Zorya.
“Sappiamo cosa dobbiamo fare, troveremo molta neve. Abbiamo diversi infortunati e, in più, faremo riposare Rui Patricio, Smalling e Mkhitaryan”, ha aggiunto Mourinho.
“Noi vogliamo dare ai tifosi qualche cosa di diverso rispetto ai risultati che abbiamo centrato fino a ora. Non ci aspettavamo tanti problemi ma il Covid-19, gli infortuni e le squalifiche ci hanno condizionato, soprattutto in gare contro grandi squadre, come quella contro l’Inter. Per questo dobbiamo stare attenti a tante cose e lasciare a casa Rui Patricio, che ha giocato sempre, Smalling, che ha giocato tre gare di fila e che rientrava da un infortunio, e Mkhitaryan, che gioca in un ruolo dispendioso per lui ma che non è più giovane”, ha continuato il tecnico portoghese.
“Dobbiamo giocare fino a maggio tre competizioni. Per questo parlo sempre di squadra e di rosa. Se si guardano gli altri organici si capiscono tante cose. Ormai in Europa non ci sono gare semplici, per esempio uscirà una formazione in Europa League fra il Napoli e il Leicester. Noi con la rosa che abbiamo dobbiamo affrontare partita dopo partita e vedere, poi, dove arriviamo”, ha concluso Mourinho.
(ITALPRESS).