Home Castelfranco Emilia Castelfranco Emilia, nuova tappa del percorso “Semi di Legalità”: sabato 1...

Castelfranco Emilia, nuova tappa del percorso “Semi di Legalità”: sabato 1 ottobre arriva Pietro Grasso

Castelfranco Emilia, nuova tappa del percorso “Semi di Legalità”:  sabato 1 ottobre arriva Pietro GrassoNuovo appuntamento a Castelfranco Emilia con “Semi di Legalità”, il progetto attraverso il quale il Comune ha partecipato per l’anno 2022 al bando indetto dalla Regione Emilia-Romagna per la realizzazione di progetti volti alla promozione della legalità.

E così, nell’ambito della rassegna “Fai la cosa Giusta”, sabato primo ottobre arriverà in città Pietro Grasso – già Procuratore Nazionale Antimafia e Presidente del Senato – che dalle 17.30, intervistato dal giornalista Pierluigi Senatore, diffonderà altri semi di legalità presentando alla Biblioteca Comunale Lea Garofalo il suo ultimo libro “Il mio amico Giovanni”, scritto per continuare a condividere con le nuove generazioni la propria esperienza di testimone e protagonista della lotta alla mafia: “Ho il dovere di raccontare con nuovo vigore e slancio i ricordi di un’esistenza vissuta con Giovanni Falcone, che posso considerare un amico e che ha condizionato la mia vita professionale e familiare”.

“E’ una nuova ed importante tappa di un lungo percorso, quello della legalità, a cui abbiamo dato il là in tempi non sospetti e che va ad impreziosirsi ulteriormente con la partecipazione di un grande uomo, prim’ancora che illuminato rappresentante delle nostre Istituzioni e della lotta alla mafia – dichiara il Sindaco di Castelfranco Emilia Giovanni Gargano rimarcando come sia – un orgoglio per noi avere in città e al nostro fianco una personalità della levatura di Pietro Grasso, proprio nell’ottica del contrasto senza soluzione di continuità all’illegalità da un lato, e del lavoro costante per mantenere viva ed “allenata” la memoria della Comunità dall’altro, ricordando un gigante qual è stato Giovanni Falcone e il sacrificio che ha fatto, con la sua stessa vita, per il bene comune. Ed è  proprio per rinforzare ulteriormente questa continua lotta a tutte le mafie e all’illegalità a tutto tondo, che abbiamo deciso di partecipare a questa opportunità messa in campo dalla Regione Emilia Romagna: tra le numerose richieste, infatti, siamo felici che sia stata accolta  favorevolmente  la nostra proposta con un finanziamento di 21.000 euro finalizzato a sostenere le molteplici attività che attraverso questo progetto intendiamo promuovere per sostenere con concretezza i valori di una cittadinanza sempre più consapevole, attiva e responsabile, con linee di azione che sviluppino percorsi formativi ed informativi, rivolti sia al mondo della scuola che alla Comunità intera, tutti declinati sui temi della Legalità e dell’Ambiente. Temi questi – ha concluso – sui quali non smetteremo mai di essere attivi in primissima linea, anche e soprattutto facendo leva su un altro “ingrediente” per noi imprescindibile, quello della cultura: un “asset”, anche questo, che deve essere alimentato con costanza, affinchè questi semi di legalità crescano in maniera inossidabile e duratura”.



Articolo precedenteManovra anti smog al via con una domenica ecologica
Articolo successivoCovid, 44.878 i nuovi positivi. 64 le vittime