Home Modena Al via l’edizione 2023 di Festival Giustizia Penale

Al via l’edizione 2023 di Festival Giustizia Penale

Venerdì 19 l’avvio ufficiale dell’edizione 2023 di Festival Giustizia Penale, e già dalla prima giornata a Modena, Carpi e Sassuolo (le tre sedi del primo giorno di lavori della kermesse) saranno presenti personaggi di grande spicco per parlare dei temi del Festival, ovvero ‘Impresa, lavoro, giustizia’.

Apertura dalle 9 al Dipartimento di Giurisprudenza di UniMore con l’eminente giurista Glauco Giostra in dialogo con Raffaella Calandra, a seguire alle 10.30 il presidente di Assicurazioni Generali, Andrea Sironi discuterà col professor Mitja Gialuz di finanza internazionale e legalità d’impresa. Alle 11.15 l’appuntamento forse più succulento della prima giornata con lo speech del senatore Matteo Renzi a partire dal suo libro ‘Il Mostro. Inchieste, scandali e dossier. Come provano a distruggerti l’immagine’.

Alle 12.30 un altro appuntamento particolarmente significativo: il Viceministro della Giustizia Francesco Paolo Sisto parlerà della sicurezza sul lavoro tra risposta punitiva e riduzione premiale dell’area penale con Annalisa Mangiaracina.

Alle 15 ‘Too big to jail, 10 anni dopo. I Golia dell’economia americana tra inchiesta e accordi con i prosecutors, con il professor Brendon Garrett della Duke University (una delle più prestigiose e antiche università statunitensi) in dialogo con Luca Marafioti. Dalle 16, in contemporanea, due tavoli tematici: il primo sulla Corporate sustainibility e nuova direttiva UE: verso un diritto economico (e penale) europeo dei diritti umani? con Adàn Nieto Martìn, Marco Scoletta, Massimo Neri e Alessio Bartolacelli, moderati da Luigi Foffani; e Whistleblowing, responsabilità di impresa e sistema dei controlli con Eugenio Fusco, Nicola Selvaggi, Jacopo Della Torre e Chiara Padovani, moderati da Hervé Belluta.

Sempre a Modena, ma al Caffè Concerto di piazza Grande alle 16 ‘Know-how e proprietà industriale: strategie di protezione e valorizzazione’ in collaborazione con UCIMA, con Roberto Ricco che intervista Cesare Galli, Alberto Giorgio e Andrea Taglini; dalle 18 da non perdere lo ‘Speciale architetture per la giustizia’ con i famosi architetti Andrea Boschetti, Alfonso Femia, Luca Zevi introdotti da Guido Sola e moderati da Giorgio Tartaro.

Infine alle 20.30 ‘Il luogo giusto: il progetto per la nuova cittadella giudiziaria di Modena’ in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Modena. Il sindaco Giancarlo Muzzarelli introdurrà i lavori illustrati poi da Pasquale Liccardo, Luca Masini, Roberto Mariani, Matteo Agnoletto.

A Carpi, nel frattempo, dalle 15 un interessante sessione sul lavoro precario e i contratti atipici a cura dell’Ordine degli Avvocati di Modena con Roberto Mariani. Alle 16 ‘Le nuove povertà’ con lo stimolante confronto tra l’ex ministro Pier Luigi Bersani, l’arcivescovo di Modena e vice presidente della Cei mons. Erio Castellucci e Giuliana Gavioli, moderati da Graziano Martino, alle 17 infine Francesco Pallante e Francesco Diamanti, insieme a Nicola Termanini, parleranno della tutela dei non garantiti.

A Sassuolo, presso l’auditorium di Confindustria Ceramica, dalle 15 appuntamento con la sostenibilità, l’ambiente e la giustizia penale, con Guido Sola con il senatore Andrea Ostellari, il vice presidente di Confindustria Emanuele Orsini e Giulio Garuti, mentre la vice presidente della Regione Emilia-Romagna Irene Priolo non potrà partecipare a causa delle catastrofiche alluvioni che hanno colpito la Romagna.

Ricchissimo anche il programma online: alle 15 ben quattro appuntamenti in contemporanea (che potranno poi essere recuperati in seguito): ‘Mercato dell’arte e prevenzione dei reati contro il patrimonio culturale’ in collaborazione con Unesco Chair con Stefano Manacorda; ‘Economia e lavoro nell’orizzonte del Diritto Penale’ con Francesco Viganò; Coral Araguena Fanego interverrà su ‘Il processo penale alle imprese in Spagna: quali scenari’, infine  ‘Joban Singh: storie di schiavitù contemporanee’, introduce Biagio Monzillo mentre Guido Zaccarelli dialoga con Marco Omizzolo.

Alle 16 altri due eventi in contemporanea: ‘Tributi e Giustizia Penale: rieducazione o riscossione?’ a cura del Centro di Diritto Penale Tributario. Tommaso Rotella introduce, Marcello Poggioli dialoga con Tommaso Guerini, Bruno Ferroni, Paolo Costanzo e Mario Garavoglia; da ultimo ‘Il lavoro oggi tra iperconnessione e Intelligenza Artificiale’ con Simone Scagliarini, Alberto Levi e Paolo Borghi, modera Vittorio Colomba.

Tutti gli eventi del Festival sono in diretta streaming, programma completo e dirette sul sito www.festivalgiustiziapenale.it.

La manifestazione gode del patrocinio del Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Corte Costituzionale, Ministero della Giustizia, Regione Emilia.Romagna, Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, dei comuni di Modena, Carpi, Sassuolo e Pavullo nel Frignano, delle Università di Modena e Reggio Emilia, dell’Università degli Studi di Milano Dipartimento di Scienze Giuridiche ‘Cesare Beccaria’, dell’Università di Roma Tre Dipartimento di Giusrisprudenza, Consiglio Nazionale Forense, Ordine degli Avvocati di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, Fondazione Vittorio Occorsio, Camera di Commercio di Modena, Confindustria Ceramica.

 



Articolo precedenteMaltempo, fiumi modenesi ben oltre la soglia 3 ma senza criticità
Articolo successivoMaltempo, si aggrava il bilancio delle vittime in Emilia Romagna