Home Maranello Integrazione dei cittadini di origine straniera, Nostrini (Italia del Futuro): a Maranello...

Integrazione dei cittadini di origine straniera, Nostrini (Italia del Futuro): a Maranello alta l’attenzione dell’Amministrazione sulla questione

Integrazione dei cittadini di origine straniera, Nostrini (Italia del Futuro): a Maranello alta l’attenzione dell’Amministrazione sulla questione

“Il tema sarà decisivo nel prossimo futuro: i servizi per il superamento delle difficoltà linguistiche dei bambini di origine straniera, nonché dei loro familiari, saranno uno strumento fondamentale per un’integrazione che guarda all’avvenire. E l’amministrazione comunale, attraverso l’Ufficio Istruzione, ha già messo in campo diverse azioni insieme alle scuole, con l’intenzione di incrementarle ulteriormente per arginare gli effetti della pandemia”.

La questione è emersa da un’interrogazione presentata in Consiglio comunale da Davide Nostrini, di Italia del Futuro. Che ha spiegato di aver “vissuto un’esperienza personale riguardo a questo tema nell’ambito del volontariato che svolgo: ho dunque cercato subito di comprendere quali strumenti fossero attivi sul territorio”.

L’amministrazione ha spiegato come i mediatori interculturali svolgano un servizio di aiuto per la partecipazione autonoma degli alunni e delle famiglie nella vita scolastica: nei casi di difficoltà maggiore, intervenendo anche nella didattica, aiutando i bambini nei compiti da svolgere e sempre coordinandosi con gli insegnanti. Solo nell’anno scolastico 2019/20 gli interventi hanno riguardato 63 alunni dei due Istituti comprensivi maranellesi, per un totale di 389 ore di attività. A questo servizio si aggiungono poi progetti al di fuori del contesto scolastico, attraverso lo sviluppo di percorsi personalizzati – anche domiciliari – e tramite la preziosa azione svolta dai Get locali (Gruppi educativi territoriali).

Per i prossimi mesi, si legge nella risposta dell’amministrazione, si stanno valutando ulteriori azioni nello stesso ambito: mediatori presenti nei centri estivi, ad esempio, per non interrompere il percorso scolastico. E tramite i giovani volontari del servizio civile, senza escludere la possibilità di altri interventi finalizzati a potenziare gli strumenti già a disposizione.

“Maranello è una città europea ed internazionale –  ha concluso il consigliere Nostrini -, e credo che questi servizi non facciano altro che dimostrare l’attenzione posta dall’amministrazione sulla questione. L’importante è continuare a stimolare il dialogo e le idee, concentrandosi sul miglioramento o sulla creazione di servizi in grado di rispondere ai bisogni dei cittadini”.