Home Appuntamenti Le novità di “Estate a Vignola”

Le novità di “Estate a Vignola”


ora in onda
________________



Le novità di “Estate a Vignola”Musica e spettacolo, tavolini e shopping sotto le stelle, ma soprattutto, novità di questa edizione, i luoghi della cultura aperti per le visite serali del pubblico. L’edizione 2021 di “Estate a Vignola” si arricchisce di novità e apre a concittadini e turisti, sempre nel rispetto della normativa antiCovid.

Sono cinque quest’anno i venerdì del mese di luglio: 2, 9, 16, 23 e 30 luglio. Il programma prevede conferme di iniziative consolidate e alcune significative novità.

Le vie del centro saranno illuminate da centinaia di lampadine, mentre in sottofondo il sistema di filodiffusione proporrà musiche da ascolto. Artisti di strada – trampolieri, giocolieri, mangiafuoco e clown – si muoveranno lungo le vie e le piazze. I locali – bar e ristoranti – apparecchieranno sotto le stelle. I negozi hanno la possibilità di tenere aperto.

Grazie alle associazioni di appassionati dei motori, tre venerdì vedranno l’esposizione all’aperto di due o quattro ruote d’epoca. Si comincia con le Ferrari, poi sarà la volta delle 500 e infine le auto d’epoca di diverse marche prestigiose. In collaborazione con Ferrari Club Vignola, Club 500 La Ciliegia di Marano sul Panaro e Classic Club Vignola.

Il 23 luglio, alle ore 21.00, in piazza dei Contrari, gli 88 Decibel presenteranno lo spettacolo “’70 note di Notte”. Ingresso libero, ma contingentato.

Per tutti i cinque venerdì di luglio, rimarranno aperti al pubblico la villa municipale Tosi-Bellucci, la scala a chiocciola a Palazzo Barozzi, la Chiesa Parrocchiale dedicata ai Santi Nazario e Celso, il Museo Civico di Vignola in via Cantelli e il Museo del cinema “Antonio Marmi”, situato nei sotterranei del Teatro Fabbri. Le visite sono gratuite e si svolgeranno a piccoli gruppi, accompagnati da guide, dalle ore 21.00 alle ore 22.00. La prenotazione per la visita alla sede comunale è consigliata, ma non obbligatoria alla mail sindaco@comune.vignola.mo.it.

“Siamo particolarmente orgogliosi – conferma la sindaca Emilia Muratori – di aver creato le condizioni affinchè le sale storiche della sede del Comune, l’ottocentesca Villa Tosi-Bellucci, possano essere visitate dal pubblico. I visitatori potranno spostarsi tra le sale affrescate del corpo centrale, l’imponente doppio scalone, la sala Giunta, gli uffici del sindaco e della sua segreteria, e anche la sala del Consiglio comunale. Grazie ai volontari della Consorteria dell’Aceto Balsamico tradizionale e dell’Agromela di Vignola, si potrà anche salire nel sottotetto per vedere l’Acetaia comunale, passando per una peculiare scala a doppio passo. Le visite alla villa saranno possibili grazie ai volontari del Gruppo Mezaluna – Mario Menabue e dell’Università Popolare N. Ginzburg di Vignola”.

Aperta al pubblico per l’occasione anche la famosa Scala a Chiocciola a Palazzo Barozzi così come la Chiesa Plebana dedicata ai Santi Nazario e Celso, grazie alla Parrocchia di Vignola e al parroco Don Luca Fioratti e al gruppo di volontari che si occupa delle visite.

Nell’area dell’Estate a Vignola, essendoci pericolo di assembramenti, anche se si tratta di una zona all’aperto, secondo la normativa vigente, è necessario l’uso della mascherina.