Home Maranello Adolescenti e Covid, dal disagio alle prospettive. Un incontro al Centro Giovani...

Adolescenti e Covid, dal disagio alle prospettive. Un incontro al Centro Giovani di Maranello

Adolescenti e Covid, dal disagio alle prospettive. Un incontro al Centro Giovani di Maranello
Immagine a corredo fornita dall’Ufficio Stampa del Comune di Maranello

Mercoledì 23 marzo alle ore 20.30 al Centro Giovani di Maranello è in programma un incontro pubblico sul tema “L’imprevisto in adolescenza. Compiti evolutivi e difficoltà a riconoscere se stessi”. L’arrivo “imprevisto” del Covid-19 ed il conseguente confinamento hanno determinato alterazioni nel percorso di crescita di molti bambini e ragazzi: diversi adolescenti hanno manifestato sofferenze più o meno significative.

L’incontro ha l’obiettivo di analizzare il fenomeno, identificando i disagi osservati e delineando prospettive e soluzioni per ripartire insieme, ricostruendo un contesto sociale e comunitario capace di favorire un percorso evolutivo più armonico. Verranno anche presentati i risultati del questionario “La mia attuale Covid vita” somministrato a più di 500 adolescenti della provincia di Modena. Partecipano Cesare Rinaldini (psicoterapeuta Centro Anemos Vignola), Antonella Ciriaco (neuropsichiatra infantile – Nespolo di Villa Igea e Centro Anemos Vignola), Luca Righi e Cecilia Glorioso (psicologi scuola adleriana di psicoterapia di Reggio Emilia).

L’incontro si svolge in presenza, con prenotazione su eventbrite. “Riflettere sui compiti evolutivi in adolescenza”, spiegano gli organizzatori, “ha l’obiettivo di stimolare a leggere in modo sempre più articolato la delicata fase di crescita, i processi trasformativi e le complessità che i giovani ed i loro genitori stanno attraversando. La pandemia ha infatti determinato una condizione di profondo disorientamento personale e relazionale: le certezze del noto hanno vacillato, lasciando il posto all’ignoto, mostrandoci configurazioni esistenziali multiformi, che necessitano di essere comprese nella loro vera e nuova essenza. Sarà un’occasione per evidenziare come l’esplorazione di sé e dell’altro, tipica dell’adolescenza, possa a volte fare ricorso a modalità comportamentali difficili da comprendere, sia dagli stessi ragazzi che dagli adulti”.

 



Articolo precedenteModena, nella sede del Polo sociale 1 arrivano rabbia, amore, arroganza e felicità
Articolo successivoDraghi “L’Italia vuole l’Ucraina nell’Unione Europea”