Home Appuntamenti 150° Fiera di San Giovanni: dal 23 al 26 giugno a Spilamberto

150° Fiera di San Giovanni: dal 23 al 26 giugno a Spilamberto


ora in onda
________________



150° Fiera di San Giovanni: dal 23 al 26 giugno a SpilambertoDopo due anni di pausa dovuta al Covid torna finalmente la Fiera di San Giovanni. E si festeggia la 150° edizione. Come sempre sarà l’appuntamento più importante per tutta la comunità, con attività di tutti i tipi e per tutti i gusti, grazie anche alla collaborazione tra Comune, associazioni e commercianti. L’idea è quella di organizzare tanti eventi “diffusi”, senza puntare su grandi spettacoli con l’obiettivo di animare tutto il Centro Storico per tutte le giornate della manifestazione. In questo modo grazie alla collaborazione delle attività commerciali e pubblici esercizi del territorio si potrà scegliere tra una ricca programmazione di eventi musicali diffusi.

 

Tra le iniziative in programma ricordiamo giovedì 23 giugno la sfilata inaugurale
alle 19 in Centro Storico (ritrovo in viale Marconi), con i bambini e i ragazzi delle associazioni sportive del territorio e sproloquio del Marchese e del suo Fattore. Venerdì 24 giugno torna la Notte Balsamica, dalle 20.00 alle 02.00 in Centro Storico eventi, musica e tanto divertimento fino a tarda notte.

Domenica 26 giugno 56° Palio di San Giovanni alle 19 in Piazzale Rangoni. Assemblea della Consorteria dell’A.B.T. di Spilamberto e assegnazione Palio 2022 (in caso di maltempo il Palio si svolgerà al Circolo Arci via Donizetti). Si chiude con lo spettacolo pirotecnico alle 23.45.

Nel parco di Rocca Rangoni prodotti tipici di eccellenza del nostro territorio, street food, artingegno (nella bellissima cornice del Parco della Rocca Rangoni).

In Piazza Caduti Libertà tornano le associazioni con stand gastronomici, zone relax, spettacoli itineranti e tanto altro ancora: ASD Pallavolo Spilamberto, Associazione Assalam, Corpo bandistico G. Verdi, Aseop Odv, Scuola Pallacanestro Spilamberto A.S.D., Consulta delle Associazioni di Spilamberto, Avis, Isaaf, Banca del Tempo e Croce Rossa Italiana.

Nella Corte d’Onore della Rocca invece le associazioni Gruppo di Documentazione Vignolese “Mezaluna – Mario Menabue” APS, Odysseus APS, NASCO a Spilamberto, Istituto Enciclopedico Settecani, Circolo il Torrione, I Cavalieri del Lamberto, Ordine del Nocino Modenese propongono (nello spazio della Corte d’Onore della Rocca Rangoni) quattro giorni di conferenze, laboratori, visite guidate alla Rocca, musica, mostre e tanto altro. Un’occasione unica per conoscere le attività delle Associazioni e scoprire le curiosità di Spilamberto.

Piazza Sassatelli si trasforma per la Fiera di San Giovanni: street food con gli esercenti locali, area dedicata ai bambini, musica e intrattenimenti ogni sera. Non solo, zone relax nell’area del Parco degli Antichi Mestieri. Le iniziative sono organizzate da Le Botteghe di Messer Filippo e dai commercianti della piazza con la collaborazione di Lapam.

Una importante presenza in Fiera resta Slow Food – Condotta di Vignola, sia per la consueta apertura nel giardino pensile della Rocca del ristorante dedicato ad un menù sui prodotti tipici, sia con l’organizzazione di altre attività come laboratori che hanno l’obiettivo di avvicinare le persone alle nostre tradizioni ed eccellenze enogastronomiche (ad esempio per insegnare a fare le crescentine). Saranno presenti durante l’evento anche diverse Condotte Slow Food da tutta la Regione Emilia Romagna.

Non mancheranno neppure degustazioni e laboratori di vino e Nocino all’interno del Punto Gusto  (Corte d’Onore di Rocca Rangoni): venerdì 24 dalle 18.30 alle 21.00, sabato 25 dalle 16.30 alle 21.00 e domenica 26 giugno dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 21.00.

Torna per la Fiera di San Giovanni nel Parco della Rocca Rangoni anche lo spazio dedicato al benessere animale. Saranno proposte iniziative rivolte ad adulti e bambini, laboratori in collaborazione con ENPA, contatto diretto con animali, approfondimenti di esperti sui temi della tutela ambientale, della salute degli animali, della tutela delle specie e delle razze. A cura di ABA – Associazione Benessere Animale Onlus.

Infine, via Obici, il cuore della fiera, il luogo storico in cui trovare oggetti originali, creativi ed unici. Tutti i giorni in programma esposizioni a cura delle Associazioni Mercatino di via Obici, Istituto Enciclopedico Settecani, Enpa sezione di Spilamberto, Circolo Gramsci e Circolo Gramsci Giovani.

Ricordiamo inoltre lo spazio Luna Park in Piazzale Monti che resterà allestito quest’anno fino al 28 giugno.

Il programma dettagliato su www.fierasangiovanni.it.

******

Oltre 1.600 campioni per il 56° Palio del Balsamico Tradizionale: domenica 26 giugno si premia il migliore

Sono ben 1.636 le acetaie del territorio modenese che quest’anno non hanno voluto mancare l’appuntamento con la tradizione: nei mesi scorsi hanno consegnato il loro campione di Balsamico Tradizionale presso la Consorteria di Spilamberto per contendersi il 56° Palio di San Giovanni che domenica 26 giugno incoronerà il migliore.

 

Sarà una sfida durissima, fino all’ultimo assaggio. E soprattutto una sfida sempre più coinvolgente e partecipata: se non suonasse male direi che il Palio sta diventando…virale. Basti pensare che ben 1.636 famiglie di Modena e provincia ci hanno portato la bottiglietta con il campione prelevato dalle loro batterie – sottolinea il Gran Maestro Maurizio Fini Sono quasi 150 in più rispetto allo scorso anno: è un risultato straordinario, una vera e propria dichiarazione d’amore verso questo prodotto d’eccellenza, ma anche un attestato di fiducia alla Consorteria”.

E la Consorteria ricambia i partecipanti con un mastodontico lavoro organizzativo che precede la premiazione del migliore: già da un paio d’anni, infatti, l’emergenza sanitaria ha reso impossibile radunare associati e appassionati per procedere agli assaggi nel modo tradizionale, e così l’associazione se ne è inventata uno alternativo interamente digitale, forse persino più efficace del precedente.

I numeri rendono bene l’idea: 16mila sono le provette in cui sono stati suddivisi i  campioni delle acetaie partecipanti, 800 le ore di lavoro ad oggi, 280 addetti all’opera tra Maestri, Assaggiatori e Allievi, uno staff operativo di 40 volontari senior –  battezzati “la compagnia della provetta” – che si occupa, tra l’altro, delle consegne a domicilio dei campioni per gli assaggi – affiancato da 6 volontari junior, il “tablet team”, dedicati al supporto informatico.

La tecnologia ha, infatti, un ruolo fondamentale per la riuscita del rinnovato Palio “virtuale”: tutte le fasi di valutazione degli aceti avvengono da casa grazie a una nuova piattaforma digitale, utilizzabile tramite pc o tablet. Gli assaggiatori possono così completare tutte le fasi di valutazioni in autonomia, potendo comunque contare sull’assistenza continua da remoto.

Proprio in questi giorni in Consorteria ferve l’elaborazione dei dati che porterà poi a individuare i semifinalisti: vengono raccolte tutte le singole valutazioni degli assaggiatori, proprio come sarebbe avvenuto con le classiche sedute che tradizionalmente hanno accompagnato questo evento. I dati già inseriti nel sistema consentono inoltre di accorciare anche la verifica dei risultati, semplificando ulteriormente il lavoro dei volontari.

“Questi ultimi tre anni sono stati particolarmente impegnativi, è cambiato il mondo intero e un’associazione tradizionalista come la nostra ha dovuto affrontare un vero e proprio tsunami: la strada tracciata – fatta di incontri, tavoli di assaggio, partecipatissime serate di degustazione – improvvisamente non esisteva più. Abbiamo dovuto inventare e tracciare percorsi nuovi per portare avanti il nostro lavoro e continuare a valorizzare la cultura del Balsamico Tradizionale. E allora, grazie alla tecnologia, sono nati gli “assaggi a domicilio”, i tavoli virtuali, un software ad hoc per caricare le valutazioni. Però questa scossa è stata utile: il cambiamento è entrato nel nostro DNA e ora non ci spaventa più nulla” conclude il Gran Maestro.

Il 56° Palio si svolgerà domenica 26 giugno a partire dalle 19 in piazzale Rangoni, nello spazio antistante la Rocca. Per chi non riuscisse a essere presente , la cerimonia di consegna dei premi – che si svolgerà nella massima sicurezza – verrà registrata da TRC e trasmessa nei giorni successivi sui canali 11 e 15 del digitale terrestre, e sul canale 518 di SKY.