Home Regione Il Rotary per i bambini, con il progetto Nutrire l’educazione

Il Rotary per i bambini, con il progetto Nutrire l’educazione

Il Rotary per i bambini, con il progetto Nutrire l’educazione

L’ obiettivo è quello di confezionare in una sola mattinata 57.000 pasti monodose. Gli  ingredienti sono scelti e controllati, conformi alle necessità nutrizionali dei bambini dello Zimbawe in età scolare, i cui familiari saranno incentivati a mandarli a scuola per offrire ai figli la possibilità di pranzare. Così circa 250 rotariani e familiari del Distretto Rotary 2072 che copre l’area Emilia Romagna Repubblica di San Marino, insieme al Governatore 2022-23 Luciano Alfieri, si troveranno domenica 9 ottobre negli spazi del CAAB Centro Agroalimentare di Bologna, per preparare i pasti monodose.

Si disporranno intorno a tavolate allestite per l’occasione, tutte fornite di bilancia, per raggiungere il giusto peso di alimenti che occorrono per confezione e comporre le oltre cinquantamila scatole idonee allo scopo, che poi voleranno in Africa. Si concretizzerà così, il progetto a scopo umanitario il Rotary nutre l’Educazione (iniziativa ispirata ai goal di Sostenibilità dell’Agenda ONU 2030 a sostegno del supporto ai programmi di scolarizzazione) che dal 24 settembre coinvolge il Rotary Zona 14 Italia, Malta, San Marino e nello specifico 10 Distretti italiani (che coprono vaste aree regionali) pronti, con i propri soci, alla realizzazione di 570.240 pasti.

Il progetto ha focus ben precisi, come l’alfabetizzazione, lo sviluppo economico delle comunità, la lotta alla fame, e si svolge in collaborazione con un solido partner organizzativo di lunga esperienza, “Rise Against Hunger”. E’ una no profit nata nel 1998 negli Stati Uniti, che dal 2012 ha una sede italiana, è referente per tutte le iniziative europee, ed è stata più volte Partner del Rotary in Italia e a livello internazionale. Gli eventi di confezionamento, in collaborazione con Rise Against Hunger Italia, rappresentano una tappa di un percorso iniziato nel 2005 che ha portato da allora ad oggi, alla produzione e distribuzione di oltre 540 milioni di pasti in tutto il mondo.

“Se pensiamo che nel mondo 1 bambino su 10 non ha accesso all’istruzione e comincia a lavorare molto precocemente,” dice Luciano Alfieri Governatore del Distretto Rotary 2072” ‘Nutrire l’educazione’ riveste un valore ed un impatto molto importanti, perché la possibilità di  consumare un pasto a scuola conduce i piccoli a frequentarla e ad evitare lo sfruttamento lavorativo. Basti dire che nel 2020 erano coinvolti ben 160 milioni di bambini e di  bambine  appena sopra i 5 anni,  la metà occupati in lavori pericolosi, con un alto rischio di incidenti e di decesso. Noi rotariani aderendo a questa bella iniziativa, siamo impegnati a contrastare questo sistema di sfruttamento lavorativo che vige in molte realtà bisognose, e portiamo avanti questa missione anche in altri progetti concreti, tesi a dare un futuro sereno ai bambini”.