Home Ambiente Casa Smeraldo: aprono a Maranello due sportelli dedicati alle nuove modalità di...

Casa Smeraldo: aprono a Maranello due sportelli dedicati alle nuove modalità di raccolta differenziata

Casa Smeraldo: aprono a Maranello due sportelli dedicati alle nuove modalità di raccolta differenziataMaranello si prepara al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti e così, per consentire a tutti i cittadini e le imprese del territorio di ritirare le dotazioni necessarie per la differenziata, dal primo maggio Hera ha aperto due nuovi sportelli, le Case Smeraldo: spazi interamente dedicati alla riorganizzazione dei servizi ambientali, all’interno dei quali saranno presenti operatori dedicati, oltre a numerosi servizi, e che rimarranno a disposizione degli utenti per un mese, fino al 28 maggio.

Entrambe le Case Smeraldo sono state allestite a Maranello, una in via Cappella 119, l’altra in via Claudia 56. Qui si potranno trovare consigli e supporto per comprendere al meglio le nuove modalità di raccolta differenziata.

Presso ciascuna delle Casa Smeraldo, soprattutto, le famiglie e le attività produttive potranno ritirare le attrezzature necessarie per la separazione e il conferimento dei rifiuti secondo le nuove modalità previste, che comunque verranno introdotte solo a partire dal mese di maggio.

Orari comodi e accessibilità garantita per tutti

Nel tentativo di assicurare il miglior servizio, nel progettare le Case Smeraldo e le attività previste al loro interno Hera ha immaginato un ambiente accogliente e accessibile da tutti. Gli orari di apertura, poi, sono tali da offrire la massima flessibilità, anche a chi lavora:

la Casa Smeraldo presente in Via Cappella 119, infatti, sarà aperta dal lunedì al sabato dalle 10:30 alle 19:30; la domenica dalle 14 alle 18;

la Casa Smeraldo di Via Claudia 56, invece, sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17; il sabato dalle 8 alle 15; la domenica dalle 9 alle 13.

È possibile recarsi alla Casa Smeraldo in qualsiasi momento, secondo le proprie esigenze. Tuttavia, Hera ha fissato per ogni utente un appuntamento dedicato, indicandone data e ora su una lettera in arrivo proprio in questi giorni. Per coloro che avranno la possibilità di rispettare questa indicazione sarà prevista una fila dedicata, con tempi di attesa ridotti.

La lettera contiene anche alcune informazioni generiche sulle nuove modalità di raccolta. Presso la Casa Smeraldo, invece, ogni cittadino e impresa riceverà – oltre al kit dedicato – una specifica informativa.

Casa Smeraldo: un solo luogo per scoprire tutte le caratteristiche della nuova raccolta rifiuti di Maranello

Nelle prossime settimane i servizi ambientali di Maranello saranno riorganizzati in modo da mettere a disposizione dei cittadini e delle imprese due diversi modelli di raccolta rifiuti: una parte del territorio comunale, composta dalle ZAI (Zone Artigianali e Industriali) e dal forese – la periferia a bassa densità abitativa della città – sarà servita dal porta a porta integrale. In queste zone ci saranno raccolte domiciliari per tutte le principali tipologie di rifiuti.

Nei quartieri residenziali ci sarà invece un sistema misto, in cui le raccolte porta a porta di carta e plastica coesisteranno con la presenza di cassonetti stradali per indifferenziato, organico, vetro e sfalci verdi. Anche i cassonetti verranno sostituiti: per l’indifferenziato, in particolare, verranno collocati nuovi contenitori apribili solo con una tessera, la Carta Smeraldo.

I contenitori stradali, comunque, saranno sempre a disposizione di tutti. In questo modo, in caso di necessità, anche famiglie e imprese raggiunte dal porta a porta integrale potranno sempre scegliere di utilizzarli, integrando così i servizi a loro specificamente dedicati.

In ogni caso, tutti – tanto le famiglie quanto le imprese – dovranno dotarsi di alcune attrezzature per poter separare e conferire correttamente i loro rifiuti.

l kit per la raccolta verrà consegnato al titolare del contratto TARI, oppure ad un’altra persona delegata che presenti l’apposito modulo compilato, copia del documento del delegante e documento d’identità del delegato. Il modulo di delega è già stato inviato a cittadini e imprese.

Nel caso del sistema misto, il kit di attrezzature sarà composto dalla Carta Smeraldo, che consentirà di aprire i cassonetti dell’indifferenziato, da una pattumella sottolavello per i rifiuti organici (e dei relativi sacchetti in plastica compostabile e biodegradabile) e da una dotazione di sacchi gialli e azzurri per la raccolta, rispettivamente, di plastica/lattine e carta. Per le rimanenti frazioni di rifiuti (organico, sfalci verdi e vetro) rimarranno a disposizione dei cittadini i contenitori stradali.

Nel caso del porta a porta integrale, oltre alle attrezzature sopra elencate verranno assegnati anche i bidoncini individuali per l’indifferenziato, il vetro e l’organico.

Di entrambi i kit fanno parte anche diversi materiali informativi, incluso il calendario per l’esposizione delle varie tipologie di rifiuto, specifico per ogni zona.

 



Articolo precedenteUn morto in Emilia Romagna per il maltempo. Allagamenti e abitazioni evacuate
Articolo successivoMcDonald’s, “Sempre aperti a donare” supera ancora l’obiettivo solidale