Home Carpi Prosegue in ottobre “Spi in piazza” con i gazebo in tutta la...

Prosegue in ottobre “Spi in piazza” con i gazebo in tutta la provincia

Prosegue in ottobre “Spi in piazza” con i gazebo in tutta la provinciaIl sindacato pensionati Spi Cgil continuerà anche nel mese di ottobre l’iniziativa “Spi in Piazza” che ha già visto a settembre banchetti informativi in tutti i distretti della provincia di Modena.

“Quest’anno è aumentato l’interesse dei cittadini che, fermandosi ai nostri gazebo – affermano i coordinatori dei vari distretti e la segreteria Spi – hanno gradito l’importanza dell’iniziativa dove hanno ricevuto informazioni su pensioni e rivendicazioni sindacali su difesa della Costituzione, equità fiscale, sanità pubblica, sicurezza nei luoghi di lavoro, rivalutazione delle pensioni, sistema di welfare pubblico ed universale anche per le prossime generazioni, pari diritti uomo/donna”.

I gazebo saranno occasione per ribadire le nostre richieste al Governo alla base della manifestazione nazionale a Roma di sabato 7 ottobre “La Via Maestra. Insieme per la Costituzione” alla quale hanno aderito centinaia di associazioni laiche e cattoliche.

I prossimi gazebo dello Spi Cgil sono previsti: in piazza Martiri a Carpi giovedì 5 ottobre 2023 (ore 9-12), a Novi domenica 8 ottobre (piazza 1° Maggio, ore 9-12) in occasione della Fiera d’Utober e domenica 15 ottobre a Soliera in occasione della fiera “Il Profumo del Mosto Cotto”.

A Sassuolo domenica 22 ottobre in centro storico (viale Mazzini ore 8-17), a Savignano sul Panaro i venerdì 6 e 13 ottobre durante il mercato settimanale (ore 9-12), a Piumazzo sabato 14 ottobre la mattina di fronte alla Coop in centro e a San Cesario sempre sabato 14 ottobre la mattina sotto i portici (ex municipio).

Sono in programmazione le date di altri gazebo de Lo Spi in Piazza in altri comuni della provincia.

Lo Spi Cgil chiede di stanziare le risorse per applicare la Legge su Non autosufficienza da poco approvata, e di aumentare il finanziamento al sistema sanitario pubblico per una sanità accessibile a tutti e tutte.

Serve una vera riforma fiscale che, come sancito nella Costituzione sia progressiva, unitamente ad una vera lotta all’evasione fiscale ad un livello ormai insopportabile.

“Stiamo portando avanti tutte queste lotte – spiegano i coordinatore di lega – insieme ai giovani e a tutta la società civile per costruire una società più giusta, solidale ed inclusiva. Per queste ragioni saremo in tanti in piazza a Roma sabato 7 ottobre”.

 



Articolo precedenteCrisi ortofrutta, Coldiretti: chiesto intervento del governo
Articolo successivoParte da Castelnovo Monti la terza edizione di Youz, il Forum dei giovani emiliano-romagnoli