Home Marano sul Panaro Edizione 2021 online e in presenza per il Festival Nazionale ed Europeo...

Edizione 2021 online e in presenza per il Festival Nazionale ed Europeo del Teatro dei Ragazzi di Marano sul Panaro

Edizione 2021 online e in presenza per il Festival Nazionale ed Europeo del Teatro dei Ragazzi di Marano sul PanaroLa 36esima edizione del  Festival Nazionale ed Europeo del Teatro dei Ragazzi di Marano sul Panaro si svolgerà dal 31 maggio al 5 giugno in modalità online, mentre dal 27 al 29 giugno il festival sarà in presenza.

La prima settimana proporrà spettacoli realizzati nelle scuole attraverso percorsi laboratoriali, esperienze di teatro extrascolastico, incontri con artisti, proiezione di docufilm, percorsi di ascolto, mentre la parte in presenza, presso il Teatro – Centro Culturale di Marano, sarà caratterizzata da spettacoli e incontri con ospiti del panorama teatrale italiano.

Per l’edizione 2021 il tema di riferimento è la “libertà”, intesa come diritto naturale inalienabile, ovvero come facoltà di espressione, di pensiero, di creazione artistica, di relazione, di scelta e di visione del futuro, valore fondante e imprescindibile per ciascun individuo e per la collettività.

Il Festival è promosso dal Comune di Marano sul Panaro con il patrocinio dell’Unione di Comuni terre di Castelli, della Fondazione di Vignola e dell’Ufficio scolastico regionale, con il contributo economico della Regione Emilia-Romagna ed il supporto di HERA, Conad Vibieffe srl e Cir Food.

La direzione artistica dell’evento è affidata all’Associazione Culturale CTM Centro teatrale minimo che si avvale della collaborazione di Fondazione Ert Emilia-Romagna teatro, Festival Mente locale young, Marano Ragazzi spot festival, Associazione OTTOmani, Libreria Il Castello di Carta.

Gli organizzatori Alessandra Tomassini e Giorgio Incerti sottolineano come «attraverso le rassegne online e in presenza, il Festival intende offrire momenti di condivisione e scambio di esperienze, arte e bellezza, per arricchire la vita di piccoli e grandi spettatori con proposte di grande qualità, originalità e freschezza perché, per dirla con Pablo Picasso, “L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni”».

Sarà l’orchestra di Piazza Vittorio con Pino Pecorelli ad inaugurare la versione del Festival online il 31 maggio a partire dalle ore 10.00, mentre il poeta Franco Arminio aprirà la manifestazione in presenza il 27 giugno alle ore 20.30 presso il Teatro Comunale di Marano sul Panaro.

Informazioni e programma sono disponibili nel sito dell’evento www.maranofestival.it.



Articolo precedenteRelazioni internazionali: il presidente Bonaccini incontra l’Ambasciatore d’Austria Jan Kickert
Articolo successivoCoronavirus: su 22.685 tamponi, oggi (28/5) in regione 258 nuovi positivi (1,1%). Quattro decessi