Home Modena Unimore un punto di riferimento per la ricerca industriale nel campo dei...

Unimore un punto di riferimento per la ricerca industriale nel campo dei materiali edilizi, ceramici e polimerici

Unimore un punto di riferimento per la ricerca industriale nel campo dei materiali edilizi, ceramici e polimericiTra i fiori all’occhiello di Unimore, che si sta ponendo all’attenzione del mondo della ricerca industriale, vi è il Laboratorio Analisi Termiche per lo studio dei materiali – LAT-MAT del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” – DIEF.

LAT-MAT, nato da una tradizione trentennale nello studio e caratterizzazione dei materiali per uso edilizio, è stato inaugurato a gennaio 2020 e, pur avendo sofferto dei rallentamenti dettati dalla emergenza pandemica iniziata poco dopo la sua apertura, oggi è un punto di riferimento per la ricerca industriale nel campo dei materiali edilizi, ceramici e polimerici.

Grazie anche ad un protocollo d’intesa tra il DIEF e l’azienda tedesca NETZSCH Gerätebau GmbH, leader mondiale delle strumentazioni per l’analisi termica, LAT-MAT realizza e sviluppa diversi progetti nazionali ed internazionali che hanno consentito di condividere il “know-how” universitario, acquisito negli anni, con il mondo industriale per le analisi di materiali polimerici, compositi e metallici. In particolare NETZSCH e Unimore si sono impegnati ad organizzare convegni, seminari e riunioni scientifiche, svolgimento di corsi di aggiornamento, pubblicazioni di articoli e tesi di laurea, il tutto a supporto della didattica, della ricerca e delle esigenze aziendali.

“Esprimo particolare soddisfazione – afferma la Responsabile del Laboratorio Lat-Mat prof.ssa Cristina Siligardi di Unimore, – in quanto questa collaborazione promuove non solo le attività di ricerca nel campo dei materiali, ma anche altre mirate alla formazione dei giovani, laureandi, assegnisti, dottorandi che hanno la possibilità di fare crescere le loro competenze riguardanti le trasformazioni chimico-fisiche dei materiali quando vengono riscaldati o raffreddati con cicli termici controllati”.

“Il laboratorio mette a disposizione molte strumentazioni – aggiunge il Co-responsabile del laboratorio Lat-Mat con il dott. Paolo Pozzi – che permettono uno studio completo per i diversi materiali, non solo ceramici e vetri, ma materiali polimerici e compositi ed inoltre grazie alla continua presenza del responsabile tecnico, la dott.ssa Paola Miselli, il funzionamento e la manutenzione delle strumentazioni è sempre garantita”.

“Il laboratorio allestito in Unimore – afferma il dott. Daniele Rebecchi Direttore di Netzsch – è l’espressione di quanto sia importante l’impegno nel divulgare presso le Università, gli Istituti, i Centri di Ricerca e le Aziende, la conoscenza tecnica ed applicativa dell’Analisi Termica per la caratterizzazione e lo studio dei materiali. Educare e formare studenti e professionisti, permetterà una migliore conoscenza applicativa dell’analisi termica: una maggiore professionalità in ambito industriale, un aiuto all’industria Italiana nella competitività mondiale”.

Per maggiori informazioni http://www.lat-mat.unimore.it/site/home.html



Articolo precedenteUcraina, telefonata Draghi-Putin “Adoperarsi per una de-escalation”
Articolo successivoTurismo, “Visitmodena” compie un anno con 287 mila utenti